• Navalny: Cremlino,non badiamo ad appelli sulla liberazione

Navalny: Cremlino,non badiamo ad appelli sulla liberazione

Il portavoce di Putin: 'E' un affare interno della Russia'

(ANSA) - MOSCA, 19 GEN - Mosca non prenderà in considerazione le sollecitazioni giunte da vari Paesi stranieri per il rilascio di Alexey Navalny dato che si tratta di "un affare interno della Russia". Lo ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, citato dalla Tass.
    Una fonte vicina all'amministrazione comunale di Mosca ha inoltre fatto sapere che le richieste dei sostenitori dell'oppositore, arrestato domenica al suo ritorno in Russia, per lo svolgimento di eventi pubblici a Mosca saranno negate a causa delle restrizioni legate al coronavirus. "Gli eventi pubblici a Mosca sono limitati per il periodo della pandemia in conformità con l'ordine del sindaco del 10 novembre 2020. Il divieto può essere revocato con un ordine separato", ha detto la fonte in risposta alla domanda di Interfax se le richieste di organizzazione di raduni presentate dai sostenitori di Navalny potrebbero essere approvate.
    Il Partito Libertario (non registrato) ha detto in precedenza di aver presentato all'amministrazione comunale una richiesta di organizzare un raduno a sostegno di Navalny il 31 gennaio. I sostenitori di Navalny hanno anche in programma di organizzare altri eventi a suo sostegno. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie