Mondo
  1. ANSA.it
  2. Mondo
  3. News dalle Ambasciate
  4. Dante: Argentina, mostra di Alonso chiude celebrazioni 2021

Dante: Argentina, mostra di Alonso chiude celebrazioni 2021

47 lavori dedicati al Poeta esposti nel Museo de Bellas Artes

(ANSA) - BUENOS AIRES, 04 DIC - Una mostra di 47 lavori del pittore Carlos Alonso dedicati a Dante Alighieri e alla sua Divina Commedia è stata inaugurata a Buenos Aires, a conclusione di un intenso periodo di celebrazioni dei 700 anni della morte del 'sommo poeta' fiorentino.
    Organizzata dal Museo de Bellas Artes e dall'Istituto italiano di cultura di Buenos Aires guidato da Donatella Cannova, la mostra 'Dante x Alonso' raccoglie 47 opere su carta (disegni, collage, incisioni, acquarelli e disegni a china) che l'artista ha dedicato alla figura e all'opera di Dante in due diversi periodi della sua carriera.
    I primi sono stati realizzati in Italia fra il 1966 e il 1969 e sono per lo più ritratti di piccolo formato, mentre i secondi, di dimensioni maggiori, sono datati fra il 2000 e il 2009.
    In particolare nel 1968, Alonso trascorse sei mesi a Firenze dove realizzò 250 disegni ispirati all'opera dantesca per illustrare una traduzione allo spagnolo della Divina Commedia, curata da Angel Battistessa, il quale però non li accettò considerandoli "troppo originali".
    Attratto fin da giovane dalle tematiche sociali, Alonso fu costretto ad esiliarsi nel 1976 per tre anni in Italia - terra da cui era emigrata sua madre, Giuseppina Lisandrello, nata a Siracusa - a causa del colpo di stato di cui fu vittima fra l'altro sua figlia Paloma, 'desaparecida'.
    L'ambasciatore d'Italia in Argentina, Fabrizio Lucentini, ha sottolineato che l'opera di Dante, "pur essendo un pilastro della cultura italiana, ha un carattere universale, non legato al tempo in cui fu scritta". La sua principale caratteristica, ha aggiunto, "è di essere un cammino introspettivo" che incanta i lettori, "per la capacità di "mettere a nudo gli aspetti più profondi e più autentici dell'anima umana".
    Secondo il curatore della mostra, Andrés Duprat, l'originalità dei lavori di Alonso - che ha 92 anni e che non è intervenuto all'inaugurazione della mostra per problemi di salute - è stata quella di "aver saputo creare un collegamento fra i drammi della narrazione e dell'epoca dantesca e l'attualità della turbolenta società sessantottina".
    Dopo la permanenza a Buenos Aires, fino al 27 febbraio 2022, 'Dante x Alonso' comincerà un viaggio in vari musei delle province argentine che si concluderà nel Museo CarlosAlonso-Mansión Stoppel di Mendoza, città natale dell'artista. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie