Mondo

Usa: 'mascherine come Olocausto',scuse deputata repubblicana

Dopo visita a museo della capitale sul genocidio degli ebrei

(ANSA) - WASHINGTON, JUN 15 - La controversa deputata repubblicana Marjorie Taylor Greene, seguace delle teorie cospirazioniste di QAnon, si e' scusata per aver paragonato l'obbligo di mascherina alla Camera imposto dalla speaker Nancy Pelosi al trattamento subito dagli ebrei nella Germania nazista, quando erano costretti a portare la stella di David. Il gesto e' arrivato dopo una visita al museo dell'Olocausto della capitale.
    "Non c'e' confronto con l'Olocausto, riconosco che le parole che ho detto sono offensive e voglio scusarmi", ha dichiarato davanto a Capitol Hill. Le sue dichiarazioni avevano suscitato un'ondata di indignazione e gli stessi vertici del partito repubblicano le avevano condannate.
    Stretta alleata di Donald Trump, Green ha manifestato in passato sui social vedute razziste, anti semitiche e anti musulmane, e ha sostenuto post che incoraggiavano la violenza contro i dem, di cui uno che suggeriva di sparare alla testa alla Pelosi e un altro a favore dell'impiccagione di Barack Obama. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie