Responsabilità editoriale Xinhua.

Cina: la 'panetteria silenziosa' di Wuhan

L'esercizio impiega dipendenti non udenti

(XINHUA) - WUHAN, 17 MAG - Wan Xiaohui, cassiera del forno Pica Pica Bakery nella città cinese di Wuhan, piega il pollice due volte mentre consegna ai clienti sacchetti di carta pieni di pane fresco e biscotti.
    Il gesto, che significa "grazie" nel linguaggio dei segni cinese, è stato ripetuto moltissime volte negli ultimi quattro anni dal personale e dai clienti della panetteria, che impiega persone con problemi di udito.
    Durante un corso di pasticceria di beneficenza nel 2017, Tan Ting ha incontrato un gruppo di studenti con disabilità fisiche e intellettive.
    "La loro indole allegra e la loro grandissima attenzione mi hanno toccato profondamente", racconta Tan, che in seguito ha avuto l'idea di aprire una panetteria che potesse fornire una carriera alle persone disabili.
    Per i sei mesi successivi, si è impegnata a raccogliere informazioni da tutto il mondo e a visitare panetterie, caffè e istituti di istruzione speciali per non udenti nelle principali città tra cui Nanjing, Guangzhou e Changsha. Dopo aver appreso le norme pertinenti, i metodi di formazione e gestione professionali, ha aperto Pica Pica nel dicembre 2017.
    "Per quanto l'uccello Pica Pica, o gazza, possa essere ordinario in Cina, nella nostra cultura rappresenta una personalità tenace ed è un auspicio di gioia e buona sorte.
    Questo animale è proprio come noi, ordinario ma inflessibile e diffonde felicità nella vita", spiega la 34enne Tan.
    Dopo l'apertura della panetteria, l'imprenditrice ha iniziato a reclutare persone con problemi di udito. "Non siamo un'organizzazione di beneficenza e affrontiamo una feroce concorrenza sul mercato, quindi non accettiamo chiunque cerchi un impiego", dice Tan, rilevando che le capacità di comunicazione e di scrittura, così come la comprensione dell'industria della panificazione, sono tra gli argomenti principali delle sue domande durante i colloqui di lavoro.
    Dopo un colloquio scritto e di persona di tre ore nel 2018 Wan, che ha perso l'udito alla nascita, si è unita a Pica Pica.
    "Per me, la panetteria è la mia scuola e la mia casa. Ho imparato molte tecniche di cottura e ho stretto molte nuove amicizie. Inoltre, il lavoro mi fa sentire molto realizzata", sostiene la cassiera 27enne.
    Nel tempo libero, lo staff di Pica Pica visita spesso le comunità vicine, le case di cura e le scuole per offrire corsi gratuiti di pasticceria.
    "I dipendenti con problemi di udito non possono interagire con l'ambiente che li circonda attraverso il suono, ma si presentano sempre al mondo con il sorriso", afferma Tan, che continua "in media organizziamo cinque eventi di beneficenza al mese, in modo da portare gioia al prossimo grazie alla nostra attività professionale di panificazione". Oltre a Pica Pica, le panetterie e i caffè che assumono persone con disabilità si sono moltiplicate nel corso degli anni nelle principali città della Cina, tra cui Pechino, Shanghai, Guangzhou e Changsha, offrendo più opportunità di lavoro per i disabili.
    "Queste nuove forme e canali di impiego permettono alle persone con disabilità di mantenersi grazie al proprio lavoro e di esprimere il proprio valore", dice Zhang Wanhong, capo esecutivo dell'istituto di ricerca sui diritti umani dell'Università di Wuhan e vice presidente part-time della Federazione delle persone disabili dell'Hubei.
    Zhang ha dichiarato che grazie al lavoro nel settore dei servizi, come nelle panetterie e nei caffè, le persone disabili e quelle prive di handicap possono entrare in contatto e apprendere le rispettive capacità e talenti. Questo contribuisce a sovvertire lo stereotipo negativo che vede le persone disabili come svantaggiate e un peso sociale.
    Han è la madre del dipendente della panetteria Li Xing, che ha problemi di udito. Han ha detto che gli istituti di istruzione speciale in Cina, che seguono i giovani dall'età della scuola dell'obbligo fino all'istruzione superiore, hanno aiutato sua figlia a ricevere un'educazione e che le sempre crescenti e varie opportunità di lavoro hanno facilitato l'integrazione nella società tradizionale. Ha anche elogiato i sussidi offerti dal Paese asiatico per le famiglie con membri disabili.
    "Questo lavoro arricchisce la sua vita e le garantisce pari opportunità di guadagnare soldi con i propri sforzi, proprio come tutti gli altri", aggiunge Han.
    Guardando al futuro delle persone con disabilità in Cina nella Giornata nazionale per l'aiuto ai disabili, che è stata celebrata ieri, Zhang ha sottolineato due elementi che generano preoccupazioni.
    "Anche se la campagna cinese di riduzione della povertà ha avuto successo i disabili, specialmente quelli che vivono nelle zone rurali, affrontano ancora la possibilità di tornare a una vita di stenti. È necessario migliorare ulteriormente le opportunità di sviluppo a loro disposizione e consolidare il meccanismo di monitoraggio e assistenza per le persone che rientrano in quelle categorie" afferma Zhang.
    "Quest'anno ricorre il 30° anniversario dell'entrata in vigore della legge cinese sulla protezione dei diritti e degli interessi delle persone con disabilità. Negli ultimi tre decenni, sono state stabilite le basi del sistema legale che protegge i diritti dei disabili nella nostra nazione.
    L'obiettivo ora è quello di attuare le leggi", sostiene Zhang.
    Fino ad oggi, Pica Pica ha impiegato otto membri dello staff di non udenti. Alcuni dei suoi ex dipendenti hanno poi avviato le proprie imprese nel settore.
    "Spero che Pica Pica possa essere un luogo che permette alle persone con problemi di udito di sognare. Darò loro tutto il sostegno e la guida che posso fornire, sperando che le abilità che imparano qui li aiutino a condurre una vita migliore in futuro", si augura Tan. (XINHUA)

        Responsabilità editoriale Xinhua.

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie