Calcio

'Ancona Matelica' in Legapro, base settore giovanile

Accordo Canil-Anconitana-Comune-tifosi. Colavitto confermato

(ANSA) - ANCONA, 15 GIU - Ancona, sotto le insegne della squadra che nel primo anno si chiamerà "Ancona Matelica" per poi diventare Ancona, 'riparte' dalla LegaPro con la società Ss Matelica calcio del patron Mauro Canil che quest'anno ha raggiunto i playoff. Nel pomeriggio, alla Mole Vanvitelliana, Canin e tutto lo staff del Matelica, hanno incontrato una delegazione della tifoseria, i vertici dell'Us Anconitana, che milita in Eccellenza, e l'assessore comunale: accordo raggiunto con il club dorico, del presidente Stefano Marconi, consenso di Comune e tifosi. Il Matelica Calcio intraprenderà l'iter per cambiare denominazione sociale in 'Ancona Matelica' per la stagione 2021/2022 (iscrizione entro 21/6) e giungere nella successiva al nome di 'Ancona'".
    La prima squadra, confermato l'allenatore Gianluca Colavitto, recentemente fuori dal Covid dopo oltre 20 giorni in ospedale, disputerà le gare interne del prossimo campionato di Serie C allo Stadio "Del Conero"; le sei squadre giovanili nazionali si alleneranno e giocheranno negli impianti di Ancona. Maglia biancorossa con simbolo dorico del cavaliere armato. Canil ha parlato di "squadra del territorio", di un progetto che vuol partire "dal settore giovanile con giovani del territorio".
    Dopo i fasti della serie A nel 2003-2004, culminati con retrocessione e fallimento, l'Ancona era ripartita dalla C2, aveva attraversato tante stagioni in serie C ed era ritornata in B negli anni 2008-2009 e 2009-2010. Poi nuova esclusione dai campionati professionistici per inadempienze finanziarie nel 2010, altri anni tra Eccellenza, serie D e Lega Pro, fino a sprofondare in prima categoria nel 2017. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie