Umbria

Da PerugiAssisi solidarietà alla Cgil

"Per attacchi squadristi subiti" sottolineano gli organizzatori

(ANSA) - PERUGIA, 10 OTT - Sarà una PerugiAssisi "anche per esprimere la nostra solidarietà a chi ha subito attacchi e violenze da parte di questi squadristi" per Flavio Lotti, coordinatore della Marcia per la pace. Lo ha annunciato all'avvio dell'edizione dei 60 anni, parlando delle manifestazioni a Roma con l'assalto anche alla sede della Cgil.
    Dopo due anni di "distanziamenti" riprende il suo cammino la PerugiAssisi e quindi, ha proseguito Lotti citando lo slogan di quest'anno "I care", "dobbiamo prenderci cura gli uni degli altri". "Quando siano vicini - ha proseguito -indossiamo la mascherina, un segno di cura che deve diventare contagioso e perché non succedano più fatti come quello di Roma".
    I partecipanti della marcia nel punto di ritrovo davanti ai Giardini del Frontone di Perugia avevano tutti la mascherina e hanno cercato di creare i minori assembramenti possibili.
    Solidarietà alla Cgil e condanna per i fatti violenti di Roma è arrivata anche, durante i loro interventi, da parte della presidente della Regione Umbria Donatella Tesei e del sindaco di Perugia Andrea Romizi.
    "Questa marcia è il segno della speranza che vogliamo coltivare" sottolineato ancora Lotti. "Diamo inizio a questo nuovo percorso di pace - ha proseguito - e ad una grande assemblea in cammino come definiva la marcia proprio il suo ideatore Aldo Capitini". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie