'Ndrangheta: ai domiciliari avvocato di Aosta

Tra i 19 arrestati operazione Dda Catanzaro

L'avvocato di Aosta Maria Rita Bagalà, 52 anni, risulta tra i 19 arrestati dell'operazione Alibante, coordinata dalla procura distrettuale di Catanzaro. L'avvocato è agli arresti domiciliari da questa mattina.
    L'operazione, scattata all'alba nella provincia di Catanzaro, ha portato all'arresto di 19 persone ritenute responsabili, a vario titolo, dei reati di associazione di tipo mafioso, concorso esterno in associazione mafiosa, scambio elettorale politico-mafioso, corruzione, estorsione, intestazione fittizia di beni, rivelazione di segreti d'ufficio e turbativa d'asta.

E’ accusata di essere la ‘’mente legale della cosca’’ l’avvocato di Aosta, Maria Rita Bagalà, finita agli arresti domiciliari nell’ambito dell’operazione Alibante della procura distrettuale di Catanzaro. Assieme a lei è indagato a piede libero anche il marito, l’avvocato aostano Andrea Giunti, che - secondo l’accusa - ‘’partecipava con consapevolezza di scopi e vincoli al sodalizio’’. Dalle indagini dei carabinieri, è emerso che Maria Rita Bagalà è la figlia di Carmelo Bagalà, anche lui arrestato oggi, e considerato dagli inquirenti il ‘’capo storico e attuale’’ dell’omonima cosca operante nei comuni costieri di Falerna e Nocera Terinese.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030



        Modifica consenso Cookie