Valle d'Aosta
  1. ANSA.it
  2. Valle d'Aosta
  3. Consiglio Valle
  4. Norme per nomina dg Usl arrivano in aula

Norme per nomina dg Usl arrivano in aula

Assemblea convocata il 3 e 4 novembre

Arriva in aula la proposta di legge, presentata dal gruppo Pour l'Autonomie, che modifica le norme per la razionalizzazione dell'organizzazione del Servizio socio-sanitario regionale nella parte che riguarda la nomina del Direttore generale dell'Azienda Usl e la predisposizione degli elenchi di idonei all'incarico di Direttore sanitario e di Direttore amministrativo. Sarà trattata dal Consiglio regionale convocato mercoledì 3 e giovedì 4 novembre con un ordine del giorno composto di 68 oggetti, di cui 43 rinviati dalle ultime adunanze.
    I Consiglieri saranno innanzitutto chiamati a sostituire un rappresentante della Regione in seno al Consiglio per le politiche del lavoro. Un'interrogazione a risposta immediata del gruppo Lega Vda chiede conto del divieto di accesso ai presidi ospedalieri per gli accompagnatori di minori sprovvisti di Green pass.
    Delle 15 interrogazioni, 12 sono del gruppo Lega Vda (conformità alle disposizioni in materia di tutela della privacy dei "totem" di verifica del green pass in alcuni accessi dell'Università della Valle d'Aosta; modalità di espletamento della prova attitudinale per l'assunzione di personale in qualità di aiuto-collaboratore a seguito di chiamate pubbliche; criticità rilevate per assenze di dipendenti regionali, della scuola e della sanità a seguito dell'applicazione del green pass in ambito lavorativo; chiamate pubbliche per l'assunzione di bidelli; ritardi dei pagamenti a valere sul Programma di sviluppo rurale 2014-2020; sburocratizzazione delle attività amministrative richieste al settore dell'agricoltura; rispetto del piano concordatario omologato per la società Casinò de la Vallée; costituzione di una società in house per la gestione del sistema idrico integrato valdostano; stato delle iniziative di rilancio del comprensorio del Col du Joux; aggiornamento del protocollo regionale per la presa in carico a domicilio dei pazienti Covid; continuità del progetto europeo "WelcomTech - Reti a supporto degli anziani vulnerabili"; diritto all'assistenza pediatrica in Valle d'Aosta a tutti i minori di quattordici anni), due del gruppo Pour l'Autonomie (stralcio dell'accordo di programma tra Comune di Aosta e Regione sulla scuola polmone di Regione Tzamberlet e insufficienza di posti letto all'Ospedale di Aosta) e una dalle Consigliere del gruppo Progetto Civico Progressista Erika Guichardaz e Chiara Minelli (notizie dell'avvio sperimentale per l'anno 2021-2022 dell'anticipo alla scuola dell'infanzia).
    Saranno trattate anche 38 interpellanze (29 del gruppo Lega Vallée d'Aoste, 6 del gruppo Pour l'Autonomie e tre delle consigliere Guichardaz e Minelli).
    Il Consiglio discuterà anche quattro mozioni: una, di maggioranza, è volta all'introduzione di agevolazioni dell'aliquota Iva sull'acquisto dei prodotti igienico-sanitari femminili; una di Pur l'Autonomie per impegnare il Presidente della Commissione consiliare competente ad attivare un confronto urgente sulle problematiche emerse in sede di applicazione della normativa regionale in materia di Erp; due state depositate dal gruppo Lega Vallée d'Aoste: una riguarda la sensibilizzazione di tutti gli enti e le associazioni che organizzano manifestazioni sportive ad un conforme utilizzo della segnaletica di tracciatura dei percorsi; l'altra la disposizione del divieto in Valle d'Aosta delle macellazioni in cui non sia garantito lo stordimento preventivo dell'animale.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie