Agroalimentare: in Valle d'Aosta calo export fino a 30%

Rapporto Nord Ovest del Sole 24 Ore, imprese a rischio per Covid

   Imprese agroalimentari a rischio in Valle d'Aosta a causa dell'emergenza Covid. Il settore agricolo e zootecnico registra un calo medio di fatturato del 30 per cento e, secondo una stima di Coldiretti, vino, fontina e altri prodotti hanno subito un calo delle vendite all'estero compreso tra il 10 e il 30 per cento. E' quanto riferisce il Rapporto Nord-Ovest del Sole 24 Ore in edicola domani in Piemonte, Liguria e Val d'Aosta.
    Il comparto agroalimentare in Valle d'Aosta - secondo quanto emerge dal Rapporto - conta circa 1.400 imprese secondo i dati della Camera di commercio. Si va dall'orticoltura, ai frutteti, dal vino alla fontina, dal miele alla zootecnia. Coldiretti Val d'Aosta rappresenta circa l'80% delle 1.400 aziende iscritte alla Camera di commercio (di cui 7-800 con un giro d'affari rilevante). 

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie