Ebrei: Venezia, rinnovata l'"Eruv" in tutta la città

Per 5 anni sarà 'spazio' in cui poter fare trasporti di Shabbat

(ANSA) - VENEZIA, 15 APR - Si è svolta stamani a Venezia la cerimonia per il rinnovo dell'"Eruv", la "recinzione" che nella tradizione ebraica permette di considerare strade, piazze, campi e ogni altro spazio pubblico di Venezia come un unico ambiente e un'unica proprietà della cittadinanza.
    Il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro ha ricevuto il rabbino capo della Comunità ebraica, rav Daniel Touitou, accompagnato dal presidente della Comunità Ebraica, Dario Calimani, dal vicepresidente Paolo Navarro Dina e dal sovrintendente della sinagoga Levantina, Mario Gesuà Salvadori.
    All'interno dell'"Eruv chatzerot" - in ebraico "mescolanza di domini" - viene meno la proibizione di trasportare di Shabbat, che vige per gli ebrei nei luoghi pubblici. Venezia diventa quindi idealmente un grande spazio privato dove il trasporto è possibile. Previa autorizzazione quinquennale concessa dal Comune alla Comunità Ebraica di Venezia, è garantito così agli ebrei durante le festività solenni e lo Shabbat il trasporto di oggetti senza incorrere in trasgressioni.
    L'autorizzazione avrà valore per cinque anni a partire dal 22 aprile - 10 Iyyar 5781 - e verrà rinnovata automaticamente ogni vigilia del sabato e delle feste ebraiche, così come segnalato nel calendario ebraico. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie