Progetto Eve valorizza acque irrigazione in Italia e Tunisia

Finanziato da Ue nell'ambito di Eni Cbc Italia Tunisia 2014-2020

28 giugno, 10:00

(ANSA) - TUNISI, 28 GIU - Proporre soluzioni tecnologiche innovative per la valorizzazione delle acque non convenzionali (acque salmastre e reflui trattati), per l'irrigazione oltre a rafforzare le competenze tecniche dei diversi attori del settore agricolo. Questi gli obiettivi del progetto transfrontaliero Eve "Efficacité et Valorisation des eaux d'irrigation à travers des actiones pilotes en Sicilie et Tunisie", attuato sulle due sponde del Mediterraneo, ad Alcamo in Sicilia e nel governatorato di Nabeul in Tunisia, che verrà presentato domani a Nabeul di Nabeul in Tunisia. Il progetto è finanziato dall'Unione Europea, nell'ambito del programma Eni Cbc Italia Tunisia 2014-2020, capofila l'Istituto di Cooperazione Universitaria (Icu), partner il Comune di Alcamo insieme alla Société de Gestion des Technopoles de Borj-Cédria e tre associati, il Commissariato Regionale per lo Sviluppo Agricolo di Nabeul Tunisia, il Dipartimento Regionale di Agricoltura, Sviluppo Rurale e Pesca Mediterranea e la società Irritec S.p.a.

Il progetto svilupperà inoltre un programma di capacity-building per il personale tecnico e per i proprietari agricoli al fine di promuovere una conoscenza approfondita delle soluzioni proposte e stabilire un nuovo modello di assistenza tecnica. Eve, che ha un budget di 1.057.535 euro di cui 951.781 euro sono contribuiti dall'Unione Europea (90% del budget del progetto), terminerà nel dicembre 2022. L'evento di presentazione sarà trasmesso in diretta e online sui canali sociali YouTube https://www.youtube.com/channel/UChmDUTiySnl-P7mZQjqLKKQ e Facebook https://www.facebook.com/EVE.It.Tn/ (ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo