Migranti: Oim, quasi 250 morti in Mediterraneo a gennaio

Quasi tutti sulla rotta verso l'Italia, mese peggiore da giugno

02 febbraio, 17:39

IL CAIRO - Sono 246, quasi tutte sulla rotta che porta all'Italia, le morti di migranti registrate dall'Oim nel primo mese di quest'anno. Lo riporta il comunicato in cui si annuncia il naufragio di stamattina che si teme abbia causato almeno 90 vittime. L'Oim precisa che sulla rotta mediterranea centrale, quella che dalla Libia porta all'Italia, le morti sono state 218. Le restanti 28 sono sulla rotta per la Spagna. La cifra di 246 migranti deceduti rende il gennaio 2018 "il secondo più mortale nel Mediterraneo dal giugno 2017", nota l'Oim. A dicembre erano state registrate 23 morti.

Il dicembre scorso si era rivelato il mese "meno letale" dal gennaio 2014, rileva l'Oim. Il comunicato nota che l'anno scorso - nei mesi di maggior traffico di migranti, ossia tra giugno e ottobre - il numero dei morti era stato sempre sotto quota 200.
Gli arrivi di migranti in Italia dalla Libia, nel primo mese del 2018, sono stati 4.256 a fronte di 4.531 dell'anno scorso (a fronte di 225 morti), emerge da una tabella dell'Oim inserita nel comunicato.
Il Missing Migrants Project dell'Iom ha registrato "più di 3.000 morti di migranti nel Mediterraneo l'anno dal 2014",
sostiene la nota indicando quindi un totale di oltre 12 mila vittime in quattro anni.
Come noto un naufragio con "non meno di 90-100" migranti dispersi, almeno secondo la stima ufficiale della Marina Libica del 9 gennaio, era avvenuto una ventina di giorni fa al largo di Khoms.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo