Libia: Unhcr, spostati 800 migranti in centro sicuro

'Sappiamo di notizie su fuga di massa vicino ad aeroporto'

05 settembre, 12:52

IL CAIRO - L'Unhcr e il ministero dell'Interno libico hanno "organizzato il ricollocamento" in un "centro di detenzione più sicuro" di 800 migranti che erano in pericolo a causa degli scontri fra milizie a Tripoli in quello di Trik al Matar. Lo spostamento è stato segnalato all'ANSA da un messaggio di una fonte ufficiale della sezione libica dello stesso Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati.
Circa la fuga di centinaia di migranti africani dallo stesso centro nei pressi dell'aeroporto segnalata da fonti umanitarie, il testo non conferma né smentisce e si limita ad affermare che "siamo consapevoli delle informazioni secondo le quali rifugiati e migranti collocati al centro di detenzione di Trik Al Matar sono andati via dopo che gli scontri si sono allargati in prossimità del centro" stesso.
Lo spostamento delle "800 persone" è stato organizzato in coordinamento con "il ministero dell'Interno e il Comitato di crisi creato dal viceministro per la migrazione illegale, agenzie Onu e LibAid, partner di Unhcr".

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo