Levante, i manifesti di Lucio Schiavon da Venezia alla Grecia

Da Corfù mostra itinerante che ricorda legame indissolubile

06 giugno, 18:07

(ANSA) - ROMA, 06 GIU - L'antico e indissolubile legame tra Venezia e la Grecia, letto nella contemporaneità, si declina nei manifesti dell'illustratore veneziano Lucio Schiavon, che con la mostra 'Levante' arrivano per la prima volta in Grecia, una galleria arricchita anche da opere inedite. Prima tappa di un percorso che intende estendersi a tutta la Grecia, la Fortezza Veneziana di Corfù dove Levante verrà inaugurata il 30 giugno e resterà fino al 24 luglio.

La mostra è promossa dall'Istituto Italiano di Cultura di Atene e dall'Ambasciata d'Italia ad Atene, all'interno del programma bilaterale di promozione culturale Tempo Forte, con la partecipazione di enti locali greci che di tappa in tappa ospiteranno l'esposizione. Curatela e coordinamento generali sono a cura a Myth euromed. A Corfù, luogo d'inaugurazione del percorso espositivo, partner è la Soprintendenza alle Antichità, che ospita la mostra contribuendo all'organizzazione.

Lucio Schiavon, illustratore e graphic designer nato a Venezia, ha collaborato, tra gli altri, con Fabrica, La Biennale di Venezia e Agenzia Armando Testa. Illustra libri per la casa editrice Nuages di Milano e ha esposto alla Fondazione Bevilacqua La Masa. Ha vinto l'International Motion Art Award di New York e l'Interfilm Festival Short Movie di Berlino 2015 con due diversi cortometraggi in animazione.

Verranno esposte sia le opere di Schiavon di concezione e nascita veneziana, che per la prima volta usciranno dai confini italiani, sia manifesti nuovi, di volta in volta composti per i luoghi ospitanti in terra greca, dando così vita a una mostra originale. Un ponte verso Levante, appunto, che sotto forma di mostra itinerante vuole illuminare il patrimonio comune che lega la Grecia e Venezia, superando barriere e confini attuali per mezzo di stili e gesti artistici totalmente contemporanei - come quelli di Schiavon.

Il nucleo originario di Levante ha preso vita nel 2021 in occasione delle celebrazioni per i 1600 anni dalla fondazione di Venezia, ritraendo personaggi emblematici del periodo della Serenissima e non solo, dando forma a figure storiche celebri e meno conosciute della storia veneziana, dagli albori ai giorni nostri, da Caterina Corner regina di Cipro a San Marco e Casanova, da Pietro Querini a Marco Polo, spaziando dal gondoliere Ciaci fino ad Attila, per citarne solo alcuni.

A Corfù, per la tappa inaugurale, ci sarà la prima opera originale di questo viaggio, in cui viene ritratta Isabella Teotochi Albrizzi, letterata, saggista, esponente di spicco della scena intellettuale veneziana a cavallo tra Sette e Ottocento, animatrice di un vivacissimo salotto letterario. Nata a Corfù, diede impulso ribelle e linfa progressista alla vita culturale veneziana, dove visse una tumultuosa e appassionata relazione con Ugo Foscolo, greco di nascita come lei. Oggi, parte della sua famiglia vive ancora a Corfù, mentre le sue spoglie riposano a Villa Albrizzi Franchetti, nel primo entroterra veneziano, a San Trovaso (TV).

Già in cantiere le tappe successive di Levante, in luoghi sia celebri che inaspettati della Grecia costiera, insulare e interna, come Monemvasià, Roviès (Eubea), Syros, Igoumenitsa, Kastorià, oltre ai grandi poli urbani, per un itinerario culturale e sentimentale nella grecità di Venezia e nella venezianità della Grecia. (ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati