A Tunisi torna il Festival del cinema Mediterraneo 'Manarat'

Da 30/8 al 2/9 si riaccendono i 'fari' anche in altre città

26 agosto, 15:54

TUNISI - Dopo due anni di pausa forzata dovuta al Covid, torna il Festival del cinema mediterraneo della Tunisia, 'Manarat', per far scoprire al pubblico tunisino la migliore produzione cinematografica contemporanea di vari Paesi della sponda sud e nord del Mediterraneo.

Manarat' ('Fari' in arabo), si terrà dal 30 agosto al 2 settembre a Tunisi e in altre 4 città della Tunisia (Ezzahra, La Goulette, Hammamet e Biserta) con una ricca programmazione di 30 film, provenienti da una decina di Paesi, vari forum professionali, e diversi momenti speciali per gli invitati d'onore.

Manarat lavora per mettere in luce il lavoro dei professionisti del cinema ma anche dei direttori artistici di festival già affermati nel Mediterraneo come il Cinemed di Montpellier o il Festival of Mediterranean cinema di Tetouan, per far dialogare le due sponde del Mediterraneo.

"Nel cuore del Mediterraneo, questo Mare Nostrum, teatro di grandi poemi epici e antiche tragedie - ha detto in conferenza stampa il nuovo direttore del festival, Nidhal Chatta -, la Tunisia, vuole essere contro ogni previsione una terra di scambi e incontri, di speranza e creatività. Per vincere questa sfida, l'idea è quella di unire i giovani talenti di tutto il Mediterraneo attorno a Manarat, faro metaforico di questa gioventù e delle sue aspirazioni, in particolare attraverso il cinema per investire lo spazio della spiaggia e il suo orizzonte, per entrare in contatto con il pubblico , il mare e l'arte", ha concluso Chatta.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati