Turchia: Erdogan difende tagli ai tassi, lira crolla ancora

Presidente, 'vinceremo questa guerra di indipendenza economica'

23 novembre, 14:12

ISTANBUL - La lira turca ha toccato nuovi record negativi all'apertura dei mercati, arrivando a toccare il livello di 1 dollaro per 12,50 lire turche. La svalutazione continua a ritmi sostenuti dalla scorsa settimana, quando la Banca centrale di Ankara ha nuovamente abbassato il proprio tasso di interesse di riferimento, portandolo al 15%, provocando un crollo della valuta nazionale.

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan aveva nuovamente difeso ieri sera la scelta della Banca centrale, sostenendo che l'attuale tasso di cambio della lira turca produce investimenti e aumenta i posti di lavoro. "Vinceremo questa guerra di indipendenza economica" ha affermato il leader di Ankara, criticando esperti che dissentono con la sua visione dell'economia.

Oggi, l'ex vicegovernatore della Banca centrale Semih Tumen, scaricato per decisione di Erdogan solo poche settimane fa, ha lanciato su Twitter un appello per fermare "l'irrazionale esperimento sulla lira turca".

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo