Emirati: da giugno 2023 prime tasse su società

Aliquota del 9% sugli utili aziendali oltre 90 mila euro

01 febbraio, 11:37

(ANSAmed) - DUBAI, 01 FEB - Gli Emirati Arabi Uniti introdurranno un'imposta federale sugli utili delle imprese che sarà effettiva per gli esercizi finanziari a partire dal 1 giugno 2023: la misura costituisce una nuova significativa riforma che si pone l'obiettivo di "soddisfare gli standard internazionali per la trasparenza fiscale" e "incoraggerà le imprese a stabilire ed espandere le loro attività negli Emirati". Ad annunciarlo è il ministero delle Finanze emiratino, evidenziando che nel Paese - a lungo noto come paradiso fiscale - saranno tassati gli utili delle imprese oltre 375.000 dirham (90.800 euro circa) al 9% da giugno del prossimo anno, si legge in una nota. L'aliquota è tra le più basse al mondo nelle imposte sulle società.

"Il regime fiscale delle società degli Emirati Arabi Uniti sarà tra i più competitivi al mondo", scrive l'agenzia di stampa emiratina Wam, sottolineando che l'imposta si applicherà a tutte le imprese e alle attività commerciali allo stesso modo, ad eccezione dell'estrazione di risorse naturali. Nessuna tassa si applicherà sul reddito personale derivante da lavoro, immobili e altri investimenti, precisano le autorità.

"La certezza di un regime di tassazione delle società competitivo e il migliore della categoria (…) rafforzerà la posizione degli Emirati Arabi Uniti come hub leader a livello mondiale per le imprese e gli investimenti", ha affermato Younis Haji Al Khoori, sottosegretario al ministero delle Finanze, aggiungendo che con l'introduzione dell'imposta sulle società, gli Emirati Arabi Uniti "riaffermano il loro impegno a soddisfare gli standard internazionali per la trasparenza fiscale e la prevenzione di pratiche fiscali dannose". Le autorità hanno sottolineato che gli incentivi fiscali nelle zone franche degli Emirati Arabi Uniti rimarranno in vigore.

(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati