Malta: oltre un quarto della forza lavoro viene dall'estero

78mila i lavoratori stranieri nel 2021. Erano 9.500 nel 2009

17 giugno, 14:20

Una veduta aerea de La Valletta Una veduta aerea de La Valletta

LA VALLETTA - Il successo dell'economia maltese ha attirato lavoratori da tutto il mondo al punto che lo scorso anno gli stranieri sono arrivati a rappresentare oltre un quarto dell'intera forza lavoro del Paese. E' quanto emerge dal rapporto annuale dell'agenzia per l'impiego, JobsPlus, in cui è indicato che a settembre 2021 i non maltesi rappresentavano il 27,9% delle persone attive nell'arcipelago.

Il massiccio afflusso di stranieri è il risultato delle politiche di governo per la diversificazione dell'economia maltese applicate negli ultimi dieci anni, dopo l'ingresso di Malta nell'Unione Europea. Tanto che, secondo i dati di JobsPlus, i lavoratori stranieri sono passati dai 9.500 del 2009 a circa 67mila nel 2019 e sono arrivati a 77.825 lo scorso anno.

Il settore del gioco e delle scommesse online, di cui Malta è una delle capitali mondiali, ha il record di impiegati non maltesi con il 58,6%. Quello della ricettività e ristorazione è al 48,9% e quello delle costruzioni al 44,6%.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati