Covid: Consiglio d'Europa, valutare obbligo vaccinale

Assemblea, escludendo minori ed esentati per motivi di salute

27 gennaio, 14:45

STRASBURGO - L'assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa chiede ai parlamenti dei suoi Stati membri di dibattere sull'introduzione di un obbligo vaccinale per l'intera popolazione, escludendo coloro che per motivi di salute non possono vaccinarsi e anche i minori fino a quando non sia garantita la piena sicurezza e efficacia dei vaccini a loro destinati. La richiesta è contenuta nel rapporto sul Covid approvato oggi a larghissima maggioranza, con 86 voti a favore, 13 contrari e 10 schede bianche.

Bocciata invece la proposizione di indicare ai governi di considerare l'uso di pass e certificati vaccinali per accedere ai servizi non essenziali. La maggior parte dei parlamentari ha votato per un emendamento in cui si specifica che "i certificati di vaccinazione devono essere usati solo per monitorare l'efficacia dei vaccini e i loro potenziali effetti negativi".

Tra le misure approvate, l'emiciclo di Strasburgo indica che le autorità devono "prendere in considerazione l'introduzione dell'obbligo di indossare mascherine tipo le FFP2 sui mezzi pubblici, in luoghi affollati e nelle scuole" al fine di far diminuire il tasso di infezioni da Covid, e chiede inoltre ai governi di "designare come priorità la ricerca di cure per chi soffre a lungo termine degli effetti negativi del Covid, e di predisporre con urgenza le risorse necessarie a farlo".

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati