Tunisia: Macron, referendum un 'passo importante'

Ma chiede un 'dialogo inclusivo'

10 agosto, 12:34

(ANSAmed) - PARIGI, 10 AGO - Il presidente francese Emmanuel Macron ha definito come un "passo importante" il controverso referendum che ha portato all'adozione di una nuova Costituzione in Tunisia che concede vaste prerogative al capo di Stato e ha invitato il suo omologo tunisino Kais Saied a lavorare per un "dialogo inclusivo" nel suo paese.

"Il presidente della Repubblica ha indicato che lo svolgimento del referendum sul progetto di costituzione il 25 luglio scorso è stata una tappa importante nel processo di transizione politica in corso", ha dichiarato la presidenza francese al termine di un colloquio telefonico tra i due capi di Stato. Macron "ha ricordato la necessità, nel rispetto della sovranità tunisina, di completare la riforma delle istituzioni in corso nel quadro di un dialogo inclusivo", ha aggiunto. La nuova Carta fondamentale è stata approvata con la stragrande maggioranza del 94,6%, secondo i risultati preliminari della Commissione elettorale, ma la bassa affluenza alle urne - un quarto degli elettori - mina la legittimità del processo, secondo i suoi oppositori. Le elezioni legislative si terranno il 17 dicembre.

Il presidente francese ha anche ribadito che la Tunisia può "contare sull'appoggio della Francia" nei suoi colloqui con il Fondo monetario internazionale per la concessione di un prestito, subordinato all'attuazione di un programma di riforme.

Macron ha anche affermato "la disponibilità della Francia a collaborare con la Tunisia per soddisfare il fabbisogno alimentare" del Paese di fronte alle carenze causate dalla guerra in Ucraina, uno dei principali produttori mondiali di cereali insieme alla Russia. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati