Porto saudita di Jeddah si trasforma, lanciati 160 progetti

171 milioni investiti per approdi più profondi e nuovi attracchi

12 ottobre, 10:55

(ANSAmed) - NAPOLI, 12 OTT - L'autorità portuale saudita, conosciuta anche come Mawani, ha firmato due contratti per un totale di 171 milioni di dollari per lo scavo e la costruzione di nuovi ormeggi al porto di Jeddah. Lo riporta il sito The National News che spiega come il regno saudita sia molto concentrato sullo sviluppo dell'infrastruttura che è al centro del trasporto commerciale dell'area MENA (Medio Oriente e Africa del Nord). L'autorità saudita ha firmato un accordo con il consorzio formato da PC Marine Services and Modern Building Leaders (MBL) per sviluppare il porto sul Mar Rosso. Il contratto fa parte delle iniziative del Mawani per accelerare la crescita nei trasporti marittimi e nell'industria logistica, guidare una svolta di trasformazione del porto in base operativa che porti a termine 160 progetti, e sviluppare in maniera sostenibile ma prospera il settore marittimo nella corsa per trasformare il regno in un hub logistico globale che connetta i tre continenti. Il progetto è una parte del National Transport and Logistics Strategy, lanciata dal governo lo scorso anno con una visione programmatica fino al 2030.

Il contratto punta a rendere il porto più profondo per attraccare navi che abbiano una enorme capacità di trasporto di container, attraendo le linee verso Jeddah. Per gli attracchi, invece, il contratto prevede la creazione di approdi profondi 16 metri e lunghi 1.100 metri per ricevere grandi navi. L'Arabia Saudita sta sviluppando progetti nel programma Visione 2030 che comprendono anche nuovi alloggi, infrastrutture, trasporti e strutture di ospitalità.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati