17:37

Ecco come siamo e come eravano

I pannelli della Mostra 'C'era una svolta' per i 75 anni dell'ANSA

Chiudi
Mostra 'C'era una svolta' (ANSA) Mostra 'C'era una svolta' (ANSA) Mostra 'C'era una svolta' (ANSA) Mostra 'C'era una svolta' (ANSA) Mostra 'C'era una svolta' (ANSA) Mostra 'C'era una svolta' (ANSA) Mostra 'C'era una svolta' (ANSA) Mostra 'C'era una svolta' (ANSA) Mostra 'C'era una svolta' (ANSA) Mostra 'C'era una svolta' (ANSA) Mostra 'C'era una svolta' (ANSA) Mostra 'C'era una svolta' (ANSA) Mostra 'C'era una svolta' (ANSA) Mostra 'C'era una svolta' (ANSA) Mostra 'C'era una svolta' (ANSA) Mostra 'C'era una svolta' (ANSA) Mostra 'C'era una svolta' (ANSA) Mostra 'C'era una svolta' (ANSA) Mostra 'C'era una svolta' (ANSA) Mostra 'C'era una svolta' (ANSA)

I pannelli della Mostra 'C'era una svolta' per i 75 anni dell'ANSA

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

17:37

M5S al posto di Rousseau utilizzerà piattaforma SkyVote

Possibile annuncio stasera in congiunta gruppi

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 15 GIU - L'erede della piattaforma Rousseau si chiama SkyVote, ed è sviluppata interamente da Multicast srl, azienda italiana di sviluppo software e servizi per la sicurezza informatica nata nel 2004. L'annuncio della nuova piattaforma sarà probabilmente oggetto, questa sera, della congiunta dei gruppi M5S convocata alle 21. Multicast srl, si legge in una nota dell'azienda, "non detiene i dati degli utenti, né questi saranno registrati. I dati degli iscritti al M5s saranno solo utilizzati temporaneamente per l'identificazione da parte dei nostri sistemi nel momento in cui gli elettori si collegheranno al sistema di voto". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

17:17

C'era una svolta, la storia degli italiani in una mostra fotografica

Composta da oltre 200 immagini che si articolano in 13 sezioni tematiche

Video  (ANSA)

17:11

Eriksen, il ct della Danimarca: "Christian e' insostituibile"

Hjulmand a due giorni dal match contro il Belgio, seconda gara nel girone degli Europei

Video  (ANSA)

17:05

Estate 2021, Demoskopika: "Presenze degli stranieri in crescita"

Raffaele Rio: "Oltre 12 mln di arrivi da Francia, Germania, Gran Bretagna, Spagna e Usa"

Video  (ANSA)

17:04

Al via la seconda Maturita' in era Covid

Dal 16 giugno esami per oltre 500mila studenti

Video  (ANSA)

16:50

Conte: "Se il Movimento lo vorra', saro' il leader"

L'ex presidente del Consiglio a Napoli per la candidatura a sindaco dell'ex ministro Manfredi

Video  (ANSA)

16:46

Autorità nazionali Ue, glifosato non è cancerogeno

Report 4 paesi che però chiedono altre analisi su biodiversità

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - BRUXELLES, 15 GIU - L'erbicida glifosato non è cancerogeno, non è mutageno, né tossico per la riproduzione.
    Sono le conclusioni del primo rapporto sulla sicurezza della sostanza nell'ambito del rinnovo dell'autorizzazione Ue. Date le polemiche degli anni scorsi, il rapporto è stato preparato dalle autorità di quattro paesi (Francia, Olanda, Svezia e Ungheria) invece di uno come da prassi Ue. Il documento indica che il glifosato ha i requisiti per essere ri-autorizzato in Europa, ma raccomanda ulteriori analisi del suo impatto sulla biodiversità.
    Il riassunto del parere preliminare, che nel suo complesso è lungo 11mila pagine, è stato pubblicato oggi. La fase finale della valutazione spetta all'Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) e all'Agenzia europea dei chimici (Echa), alle quali oggi sono state consegnate le analisi e le raccomandazioni delle quattro autorità nazionali. Le due agenzie pubblicheranno i documenti sui loro siti web e avvieranno una consultazione on line in settembre. Raccolti i commenti, Echa e Efsa stileranno le loro conclusioni, attese rispettivamente in maggio e giugno 2022. Sarà quindi la Commissione europea a dover preparare una proposta legislativa sulla base dei pareri scientifici, da presentare ai paesi membri. Nel 2017 il presidente francese Emmanuel Macron aveva promesso di vietare il glifosato entro tre anni, ma nel 2021 ha poi introdotto incentivi agli agricoltori per dimezzarne l'uso entro il 2022. Nel 2019 il Parlamento austriaco aveva approvato un divieto, rinunciandovi poi nel giro di pochi mesi. In Germania il Parlamento discute la proposta del governo di un bando dal 2024, per i danni che la sostanza potrebbe arrecare all'ambiente. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

16:41

Pregliasco,1-2%reinfezioni dopo ciclo vaccinale ma non gravi

'Vaccinazione fondamentale per evitare ospedalizzazioni'

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 15 GIU - Anche in Italia sono segnalati casi di reinfezione da SarsCov2 nonostante la vaccinazione. A segnalarlo, pur in mancanza al momento di dati ufficiali e statisticamente rilevanti, è il virologo Fabrizio Pregliasco dell'Università di Milano: "Secondo stime nel nostro centro vaccinale all'Istituto Galeazzi di Milano - afferma all'ANSA - abbiamo rilevato una percentuale pari all'1-2% di reinfezioni dopo la seconda dose di vaccino anti-Covid Pfizer. Si tratta però di forme non gravi".
    In questi casi, spiega l'esperto, "abbiamo osservato che si tratta di una reinfezione molto più debole e senza complicanze, e nella maggior parte dei casi dovuta alla variante Alfa, precedentemente denominata variante inglese. La reinfezione si è rilevata a distanza di 1-2 mesi dal completamento del ciclo vaccinale". Nei giorni scorsi, inoltre, "è stato rilevato anche un caso di reinfezione post vaccino da variante Delta (indiana) in Lombardia. Il dato positivo - sottolinea - è che comunque le reinfezioni sono lievi, quindi ciò indica una efficacia del vaccino nel mitigare l'impatto della reinfezione stessa". Questo dato, secondo Pregliasco, dimostra dunque che "nonostante il possibile margine di reinfezioni, l'efficacia del vaccino c'è e l'obiettivo è comunque quello di evitare la malattia grave.
    Anche rispetto alla variante Delta - rileva - studi ci dicono che nell'80% di casi si evitano ospedalizzazioni e casi gravi dopo la singola dose e nel 95% dei casi dopo le due dosi, secondo i dati inglesi. La conclusione, commenta il virologo, è che il "vaccino serve, pur considerando questa parziale inefficacia rispetto ad alcune reinfezioni, e ciò per ridurre quello che può essere il colpo di coda futuro alla luce della eventuale insorgenza e diffusione in Italia, molto probabile, della variante Delta. E questo perchè il vaccino è l'unica possibilità per impedire un impatto pesante dal punto di vista clinico sulle strutture ospedaliere. L'importante, da un punto di vista di sanità pubblica, è, infatti, innanzitutto evitare i casi gravi". Rispetto alle varianti, conclude, "si rende comunque ora fondamentale una terza vaccinazione con vaccini aggiornati contro le mutazioni, da effettuarsi entro il 2022".
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

16:34

Sudan, scarcerato dopo 70 giorni Marco Zennaro

Accusato di truffa, l'imprenditore 46enne e' ora in un hotel e non puo' lasciare il Paese

Video  (ANSA)

16:24

Milano, protestano i comitati delle Rsa: "il 90% viola l'ordinanza sulle aperture"

Presidio al Pirellone: "ripristinare i diritti di ospiti e famiglie"

Video  (ANSA)

16:12

Spagna: indulto a leader catalani forse 'settimana prossima'

Lo ha detto la portavoce del governo, María Jesús Montero

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - MADRID, 15 GIU - Potrebbe essere "la prossima settimana" quella decisiva per deliberare sulla possibile concessione dell'indulto ai leader indipendentisti della Catalogna condannati dopo il tentativo di secessione del 2017: lo ha detto oggi in conferenza stampa la portavoce del governo spagnolo, María Jesús Montero. Da settimane il governo spagnolo si sta mostrando predisposto a concedere l'indulto, una possibilità che ha fatto insorgere l'opposizione.
    "Che io sappia non c'è ancora una data", ha detto Montero, "ma se ne discuterà il prima possibile". La portavoce del governo ha poi aggiunto: "Lo scenario più probabile è che il tema sia discusso prima della riunione prevista tra il presidente della Catalogna Aragonès e il premier Sánchez", un incontro previsto entro la fine di giugno. "Spero la prossima settimana", ha concluso.
    In mattinata, anche la vicepremier Carmen Calvo aveva fatto capire che la decisione può essere imminente: in un'intervista alla radio andalusa Canal Sur Radio, ha affermato che lo studio della situazione dei leader catalani condannati sarà pronto "entro non più di tre settimane". Si prevede che il premier Pedro Sánchez renda poi conto della decisione alla Camera dei Deputati a inizio luglio, secondo i media iberici. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

16:12

Addio a Robert Hollander, decano dantisti in Usa

Amico di Benigni e pioniere delle digital humanities

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - NEW YORK, 15 GIU - Nel settimo centenario della morte di Dante, il mondo della letteratura dice addio a Richard Hollander, il decano dei dantisti americani che condusse i lettori del suo paese nei gironi dell'"Inferno".
    Hollander, che aveva 87 anni e con la moglie Joan, una poetessa, firmo' una delle piu' accreditate traduzioni della Divina Commedia in inglese, e' morto nella casa del figlio alle isole Hawaii. Professore a Princeton per 42 anni, Hollander ha pubblicato una quarantina di opere su Dante e su Boccaccio. Premiato nel 2008 con il Fiorino d'Oro dalla citta' di Firenze, e' stato anche un pioniere delle digital humanities: negli anni Ottanta, quando pochi studiosi avevano mai applicato le nuove tecnologie allo studio della letteratura, comincio' a digitalizzare i commentari del poema dantesco grazie a fondi ottenuti da Apple e AT and T. Per inserire i testi nel suo "Dartmouth Dante Project" gli studenti usarono scanner delle dimensioni di frigoriferi: oggi, 33 anni dopo l'uscita della prima versione,il progetto "rappresenta lo strumento fondamentale" per gli studi su Dante, ha detto al "New York Times" Jeffrey Schnapp, studioso di letteratura italiana medievale e il fondatore del metaLab per le digital humanities di Harvard.
    Hollander era spesso in Italia e per anni era rimasto in contatto con Roberto Benigni: "E' un accademico per natura - aveva detto al New York Times il professore in occasione della presentazione della tournee TuttoDante dell'attore, regista e sceneggiatore di "La Vita e' Bella" nel 2009 - a volte mi telefona solo per il piacere di discutere la possibile interpretazione di un brano della Divina Commedia". Fu poi proprio Benigni a tenere a battesimo a Palazzo Vecchio "La Commedia di Dante Alighieri": il primo commento di uno studioso americano a uscire in Italia e in italiano per i 150 anni dell'Unita' d'Italia. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

16:12

Fdi: Meloni,cresce perchè ha miglior classe dirigente Parlamento

Prima di arrivare lì ha maturato esperienze ad ogni livello

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - VERONA, 15 GIU - "Se Fratelli d'Italia cresce lo deve alla sua classe dirigente". Così Giorgia Meloni commentando a Verona l'adesione al partito del sindaco Federico Sboarina.
    "A me pare - ha spiegato - che Fratelli d'Italia vanti oggi la miglior classe dirigente rispetto a tutti gli altri partiti del Parlamento. Dovendo sudarci tutto, ogni singolo passo in avanti - ha aggiunto - non potevamo permetterci di candidare personaggi che non avevano nulla a che fare con la politica ma che rappresentavano solo se stessi".
    "Noi abbiano bisogno del radicamento e se oggi Fratelli d'Italia con il 5% dei rappresentanti in Parlamento riesce a fare opposizione senza bucare nemmeno una materia è perché abbiamo una classe dirigente che prima di arrivare lì ha maturato esperienze importanti e qualificanti ad ogni livello".
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Successiva