Siria: media, Giordania rinvia riapertura valico Nassib

Corridoio dei commerci di tutto il Medio Oriente rimane chiuso

10 ottobre, 18:51

BEIRUT - La Giordania rinvia ancora una volta l'attesa apertura del valico frontaliero commerciale con la Siria, nonostante le pressioni di Damasco e della Russia, alleata del governo siriano.

Citato dai media panarabi, il governo di Amman ha affermato che per la riapertura del valico di Nassib, chiuso negli anni scorsi a causa della guerra nella vicina Siria, "servono altri colloqui tra le parti". Nei giorni scorsi, media siriani avevano affermato che il governo siriano si era detto pronto alla riapertura del valico, che collega Damasco e Amman e che è uno dei principali corridoi del commercio di tutto il Medio Oriente. Le merci libanesi, per esempio, giungono in Arabia Saudita, via terra passando per la Siria e la Giordania. E anche altri prodotti commerciali tra i diversi paesi della regione passano per Nassib. Sempre nei giorni passati, media panarabi e libanesi citavano pressioni del governo di Beirut e della Russia nei confronti della Giordania perché si formalizzasse la riapertura del valico. Mosca, affermavano i media, ha interesse a rafforzare l'immagine vincente del governo siriano e del presidente Bashar al Assad. Secondo le stesse fonti, la Giordania, alleata degli Stati Uniti, non ha lo stesso interesse della Russia e preferisce rimandare la riapertura per motivi politici e non tecnici. Il valico di Nassib era stato chiuso all'inizio della crisi siriana (2011) dopo che milizie anti-governative nel sud del paese avevano preso il controllo di ampie regioni al confine col regno hascemita.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo