Attacco in Cisgiordania, morta ragazza israeliana

Ordigno esplode in sito escursioni, feriti padre e fratello

23 agosto, 14:04

Attentato esplosivo alla sorgente di Bubin, nei pressi di Dolev in Cisgiordania Attentato esplosivo alla sorgente di Bubin, nei pressi di Dolev in Cisgiordania

TEL AVIV - Una ragazza israeliana di 17 anni è morta per le ferite riportate in un attentato esplosivo avvenuto oggi alla sorgente di Bubin, nei pressi di Dolev, insediamento ebraico in Cisgiordania. Lo riferiscono i media.

Nell'attacco sono stati feriti gravemente anche il padre e il fratello della ragazza. Non è ancora chiaro se l'ordigno artigianale fosse nascosto sul posto oppure sia stato lanciato verso gli israeliani. Alcuni media riferiscono di un'auto che si sarebbe allontanata subito dopo l'esplosione.

La ragazza, il padre e il fratello di 20 anni, rimasti feriti dall'esplosione, sono stati portati con un elicottero dell'esercito in ospedale a Gerusalemme, dove la giovane è deceduta.

Il portavoce militare israeliano Ron Manelis ha confermato che l'esplosione viene considerata "un grave attacco terroristico". L'esercito - secondo i media - sta setacciando tutta la zona e ha istituito posti di blocco.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo