Festival delle letterature migranti, 40 libri da narrare

A Palermo tra ospiti Beaune, Di Stefano, Chen He, Lobe e Sofri

10 ottobre, 10:24

(ANSAmed) - PALERMO, 10 OTT - Torna a Palermo il Festival delle Letterature Migranti, quest'anno alla sua quarta edizione, dal 17 al 21 ottobre, con eventi collaterali previsti per il 15, 16 e 22 ottobre, promosso da Palermo capitale italiana della Cultura 2018, dall'associazione Festival delle Letterature Migranti, insieme al Comune di Palermo, alla Regione Siciliana, all'Università degli Studi.

Tra gli ospiti Paolo Di Stefano, Chen He, Max Lobe, Valeria Luiselli, Nasim Marashi, Andrea Segre, Adriano Sofri, Vladimir Sorokin e Yanis Varoufakis. Il programma letterario - è stato detto nella conferenza stampa di presentazione a villa Niscemi a Palermo - prevede 90 incontri dedicati al cinema, al teatro, alla musica, all'arte contemporanea, mentre saranno presentati 40 libri contenuti in 8 scatole narrative, da cui prenderanno vita approfondimenti, workshop, laboratori, mostre, proiezioni, performance, presentazioni di libri. "Viviamo un momento drammatico della nostra storia - ha detto Davide Camarrone, direttore del Festival - Noi facciamo lo sforzo di renderlo accettabile. Sono previsti quasi 100 eventi differenti, 40 autori e altrettanti libri. Vogliamo mettere al centro l'idea del Mediterraneo, con protagonisti provenienti da quella realtà, ma molti degli autori arrivano da diverse parti del mondo. Il programma fonde insieme il linguaggio della musica, del cinema e delle arti". Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ha detto: "Il Festival si fa bandiera di una città che vuole essere migliore, una città che è tutto porto, intesta come porto aperto in sintonia con il programma e gli obiettivi di Palermo Capitale della Cultura 2018. Il Festival dimostra che sta nascendo il seme della Casa delle Letterature, proprio a Palermo coinvolta quest'anno anche nella realtà di Manifesta 12".

''L'evento - ha aggiunto - è un richiamo alla responsabilità per cercare di essere adeguati al livello di cambiamento che stiamo comunicando". Il Festival si aprirà lunedì prossimo alle 21, con la cerimonia di inaugurazione al Teatro Massimo di Palermo, dove sarà proiettato il film di Claude Lanzmann "Shoah"; la chiusura del Festival prevede, il 22 ottobre alle 20, la sonorizzazione dal vivo di Intolerance, pellicola del film muto del 1916, diretta dalla compositrice e pianista Giulia Tagliavia. Il Festival delle Letterature Migranti 2018 si aprirà e chiuderà ricordando il rastrellamento nazifascista del Ghetto di Roma, avvenuto il 16 ottobre 1943.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo