Musica: Mediterranean Stars Festival per unire i popoli

Il 4 ottobre a Malta, con artisti da tutta la regione

09 settembre, 15:30

Il cantante algerino Khaled Il cantante algerino Khaled

ROMA - Amadeus, prossimo conduttore del festival di Sanremo, parteciperà il 4 ottobre a Fosos - Floriana Granaries a Malta, la prima edizione del Mediterranean Stars Festival. Con artisti da tutto il Mediterraneo ci saranno i protagonisti di Radio Italia Live - Il Concerto. Nel cast Alessandra Amoroso, Boomdabash, Gigi D'Alessio, Elisa, Emma, Francesco Gabbani, Guè Pequeno, J-Ax, Mahmood, Max Pezzali, Raf, Umberto Tozzi e anche artisti maltesi come Ira Losco, The Travellers e il cantante algerino Khaled, uno dei massimi rappresentanti della fusione fra la tradizione mediterranea e il pop europeo. Il concerto sarà aperto dai maltesi Nicole Frendo e Red Electrik. A condurre Marco Maccarini e Manola Moslehi.

Il Festival (prodotto dalla Mediterranean Tourism Foundation con Malta Tourism Authority, Air Malta e ministero del Turismo di Malta) vuole contribuire a far rinascere l'identità del Mediterraneo creando collaborazione e interazione tra i diversi Paesi. L'evento sarà trasmesso in diretta in contemporanea su Radio Italia, Radio Italia Tv (canale 70 DTT, canale 725 SKY, canale 35 TivùSat, solo in Svizzera Video Italia HD) e in streaming audio/video su radioitalia.it. Sarà trasmesso in differita su Real Time (canale 31 del dtt) e su Dplay.

"Ci sono ambizioni e sfide comuni tra i Paesi del Mediterraneo e avremmo tutti da guadagnarci da relazioni economiche più strette e accordi nel settore del turismo - afferma Konrad Mizzi, ministro del Turismo del governo di Malta -. I Paesi del Mediterraneo non competono solo tra di loro ma con il resto del mondo. È di vitale importanza che lavorino insieme per incrementare efficienza e competitività. È importante stringere alleanze strategiche per consolidare una posizione di forza nel mercato globale del turismo".

Il co-fondatore e segretario generale del Mediterranean Tourism Foundation, Andrew Agius Muscat, ama sottolineare che il "Mediterranean Stars Festival nasce dalla volontà di usare la musica come strumento per riunire le persone, promuovere la pace e rafforzare un'identità mediterranea comune. È innegabile che la musica sia un potente mezzo che unisce i popoli".

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo