Archeologia:scoperti siti sottomarini a periferia Tunisi

Secondo l'Inp risalenti a diversi periodi storici

12 novembre, 09:45

(ANSAmed) - TUNISI, 12 NOV - Una squadra dell'Istituto nazionale del Patrimonio tunisino (Inp) ha scoperto nel tratto di mare antistante la periferia della capitale una serie di siti archeologici sottomarini di grande valore storico, caratterizzati dalla presenza di manufatti di vario tipo e risalenti ad epoche diverse, che vanno dalla preistoria all'attualità.

Queste scoperte, spiega l'Inp, sono il risultato di studi archeologici sottomarini intrapresi come parte di uno studio nell'ambito di un progetto per proteggere l'intera costa della regione dall'erosione marina. Tale progetto è sostenuto dal Saudi Development Fund e affidato all'Agenzia per la protezione e lo sviluppo della costa (Apal) che si è impegnata a coprire i costi dei lavori su questa scoperta archeologica senza precedenti ricorrendo alla società di consulenza Maritec.

Il lavoro di studi subacquei proseguirà fino a metà dicembre 2020 da un team di esperti dell'Inp, supervisionato dall'esperto in patrimonio subacqueo Wafa Ben Slimane in collaborazione con il subacqueo professionista Slim Mdimegh, coadiuvato da una squadra di sommozzatori professionisti della la Marina militare tunisina, con il supporto logistico e tecnico del ministero della Difesa. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo