Italia-Serbia: imprese italiane investono in area Smederevo

Amb. Manzo, appoggio a Belgrado per apertura capitoli Ue

27 aprile, 10:19

(ANSAmed) - BELGRADO, 27 APR - E' stato inaugurato a Smederevo, cittadina della Serbia centrale a circa 40 km da Belgrado, alla presenza del Primo Ministro Aleksandar Vucic, dell'Ambasciatore d'Italia Giuseppe Manzo e del Sindaco Jasna Avramovic, il nuovo parco industriale che conterà una folta presenza di imprese italiane. Affermati gruppi come Cimolai - noto nel mondo per le strutture in acciaio di grandi opere come il Word Trade Center di New York e l'Aeroporto di Roma Fiumicino - ma anche realtà industriali come la CCVI International (produzione di cuscinetti a sfera), la Rosa Catene (produzione di catene industriali) e la Carbotec (produzione di spazzole per motori elettrici) avvieranno prossimamente nell'area di Smederevo i loro investimenti andando cosi ad arricchire la compagine delle oltre 500 imprese italiane già operanti in Serbia. "In poche centinaia di metri abbiamo un esempio di cosa intendiamo quando si parla di 'eccellenze italiane', che nel mondo continuano ad ottenere grandi successi. Grazie anche al loro lavoro, in Italia e in Serbia, si costruisce un futuro comune in un'Europa fondata sui valori che oggi celebriamo nel 70mo anniversario della liberazione", ha dichiarato l'Ambasciatore Manzo. "Ed è per questo che, come ha ripetuto giovedì a Brdo il Ministro Gentiloni, l'Italia continua a lavorare perché già nei prossimi mesi si aprano finalmente i primi capitoli negoziali per l'adesione della Serbia all'Unione Europea", ha concluso l'Ambasciatore italiano. Dal 2013 l'Italia è il primo partner commerciale della Serbia con 3,6 miliardi di euro d'interscambio registrati nell'ultimo anno ed è primo paese investitore con uno stock di investimenti pari a oltre 2,5 miliardi di euro. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo