Migranti: Prodi, serve grande piano sviluppo Ue per l'Africa

19 aprile, 14:24

(ANSAmed) - ROMA, 19 APR - "Manca una politica europea nei confronti dell'Africa: L'Ue è il maggiore donatore, ma politica zero. Quello che serve è un grande piano di sviluppo dell'Unione europea per il continente africano, non soldi ma investimenti.

Un piano che dovrebbe essere 6-7 volte più grande del piano Juncker": lo ha detto l'ex presidente del Consiglio, Romano Prodi, intervenendo alla presentazione del Rapporto 2016 sui rifugiati del Centro Astalli.

Parlando delle cause a monte dei fenomeni migratori, Prodi - che è tra l'altro Inviato Speciale del Segretario Generale Onu per il Sahel - ha denunciato che "non si è mai riusciti a fare neanche piccole cose, come la Banca del Mediterraneo o le università miste, cioè con sedi in città europee e africane". Ed è "il nord Europa che ha sempre bloccato tutto". "Un'Europa decente fa un grande piano di sviluppo per l'Africa, di infrastrutture e investimenti in ferrovie, strade, acqua, aeroporti, scuole, comunicazioni e sanità. L'Ue ha l'obbligo di avere una leadership in queste iniziative" ha detto.

"Quando abbiamo situazioni come quella attuale di dramma nei rapporti tra Europa e Africa, dobbiamo metterci in testa che servono dei piani. Abbiamo i mezzi per poterlo fare, il pil europeo è come quello Usa e cinese, non è più piccolo. Quello è il modo di risolvere il problema. Quello che manca attualmente è la visione".

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo