Hrw, donne e uomini estranei in centri accoglienza Grecia

Organizzazione, porre fine a pericolose condizioni detenzione

11 giugno, 18:30

(ANSAmed) - ROMA, 11 GIU - L'organizzazione Human Rights Watch denuncia che le autorità greche stanno "abitualmente costringendo le donne richiedenti asilo a vivere con uomini non legati a loro nella regione settentrionale di Evros", alla frontiera con la Turchia, "mettendole in grave pericolo di violenza sessuale e molestie". Secondo Hrw, le autorità dovrebbero "smettere immediatamente di tenere donne e ragazze richiedenti di asilo in strutture di detenzione con uomini".

Da una ricerca di Human Rights Watch realizzata nel nord della Grecia a fine maggio 2018, è emersa la pratica di ospitare donne e ragazze insieme a uomini in centri di accoglienza o detenzione per richiedenti asilo. L'organizzazione spiega in una nota che dodici donne e due ragazze intervistate hanno dichiarato di essere state rinchiuse in celle o stanze per settimane, e in un caso per quasi cinque mesi, con uomini e ragazzi che non conoscevano. Quattro hanno affermato di essere state le uniche donne confinate con dozzine di uomini, in alcuni casi con almeno un partner o un parente. "Le donne e le ragazze non dovrebbero essere confinate con uomini estranei, neanche per un giorno", ha detto Hillary Margolis, ricercatrice per i diritti delle donne presso Human Rights Watch. "Queste donne e ragazze sono venute in Grecia in cerca di sicurezza e protezione, e invece vivono nella paura".

Hrw ha spiegato che come conseguenza di queste situazioni, cinque donne hanno dichiarato di avere avuto gravi disagi psicologici, tra cui due che hanno avuto pensieri suicidi. Altre donne e ragazze hanno affermato di aver sperimentato insonnia, ansia e altri disagi emotivi e psicologici, in parte a causa della paura di restare confinate con uomini a loro estranei. "Il governo greco non ha fornito alle autorità della Grecia settentrionale risorse sufficienti per rispondere all'impennata degli arrivi al confine con la Turchia in aprile" ha sottolineato l'organizzazione, che chiede sicurezza e protezione per tutti i richiedenti asilo, fornendo a ogni categoria vulnerabile un'accoglienza che risponda alle loro esigenze. "Le donne e le ragazze sono sopraffatte dalla paura di essere rinchiuse con uomini che sono completi estranei", ha detto Margolis. "Le autorità greche devono porre fine urgentemente a questa pratica, e garantire loro la sicurezza, la privacy e la dignità che meritano".(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo