Macedonia: referendum,opposizione per voto secondo coscienza

Il 30 settembre consultazione su accordo con Grecia su nome

12 settembre, 12:17

(ANSAmed) - SKOPJE, 12 SET - In Macedonia il leader dell'opposizione conservatrice Hristijan Mickoski ha invitato i sostenitori del suo partito Vmro-Dpmne a votare in piena liberta' e secondo coscienza al referendum del 30 settembre prossimo, nel quale i cittadini sono chiamati a pronunciarsi sull'accordo con la Grecia per il nuovo nome del Paese ex jugoslavo (Macedonia del nord). Ribadendo la contrarieta' a tale accordo, che a suo avviso non e' nell'interesse della Macedonia, Mickoski - al termine ieri sera di una riunione del direttivo del partito - ha detto che "ognuno decida secondo le proprie convinzioni". Il governo del premier socialdemocratico Zoran Zaev invita a recarsi in massa alle urne e a votare si' all'accordo, la cui approvazione e' stata posta dalla comunita' internazionale come condizione per una accelerazione del cammino di Skopje verso l'integrazione in Ue e Nato. Nei giorni scorsi a sostegno del si' all'accordo sono stati in Macedonia la cancelliera tedesca Angela Merkel, il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg, il cancelliere austriaco Sebastian Kurz, presidente di turno della Ue, il senatore repubblicano Usa Ron Johnson, vicino al presidente Donald Trump. Per la validita' del referendum e' necessaria una affluenza alle urne di almeno il 50% degli aventi diritto, mentre il si' o il no hanno bisogno di almeno il 50% dei voti espressi. (ANSAmed)
© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo