Libia: Maitig, respingeremo Haftar da Tripoli

Vicepremier, possiamo farlo, la nostra posizione è migliorata

16 aprile, 12:04

(ANSAmed) - ROMA, 16 APR - "Siamo in grado in difendere Tripoli e siamo determinati a farlo, e rispediremo le milizie di Haftar da dove sono venute". Lo ha detto il vicepresidente del consiglio presidenziale libico, Ahmed Maitig, in un incontro alla stampa estera a Roma. "Dopo 13 giorni dall'inizio dell'offensiva di Haftar verso la capitale la nostra situazione è molto migliorata, siamo tutti uniti a ovest, da Tripoli a Misurata, da Zintan a Zawia", ha assicurato Maitig, avvertendo: "Non ci può essere un'altra dittatura militare in Libia, il popolo vuole elezioni, democrazia".

Maitig ha ricordato che l'offensiva di Haftar ha finora provocato "18 mila sfollati da Tripoli, oltre cento morti, tra cui decine di civili, e cinquecento feriti". "In città la vita scorre normalmente, ma a sud della capitale le milizie di Haftar continuano a lanciare bombe pesanti, effettuare raid, utilizzare ragazzini come combattenti". Per Maitig "Haftar sta mandando un messaggio che c'è una guerra tra est e ovest, ma è sbagliato, non c'è divisione nel Paese, tutti vogliono elezioni e democrazia. E' la guerra di una sola persona".(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo