Siria: Erdogan, le nostre truppe resteranno nel Paese

'Se salta la tregua l'offensiva sarà più dura'

18 ottobre, 14:11

(ANSAmed) - ISTANBUL, 18 OTT - "In base all'accordo con gli Stati Uniti, le nostre truppe non lasceranno la zona di sicurezza" concordata nel nord-est della Siria dopo la fine delle ostilità. Lo ha detto il presidente turco Recep Tayyip Erdogan. "Le nostre forze di sicurezza resteranno per controllare se l'organizzazione terroristica lascerà effettivamente la zona o meno", ha spiegato Erdogan, senza indicare un limite temporale alla permanenza dei soldati di Ankara.

"Alla fine delle 120 ore" di tregua, martedì sera, "la nostra operazione Fonte di pace continuerà in modo ancora più determinato se gli Usa non manterranno le promesse" sull'evacuazione delle milizie curde Ypg dalla zona di sicurezza della Turchia, ha precisato Erdogan. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo