Libano: Hariri presenta piano di riforme, no della piazza

Manifestanti chiedono dimissioni di 'tutto il sistema politico'

21 ottobre, 16:23

Proteste popolari a Beirut Proteste popolari a Beirut

BEIRUT - Il premier libanese Saad Hariri, sottoposto da giorni a forti pressioni per le massicce proteste popolari in corso a Beirut e in varie città del paese, ha annunciato oggi un piano di riforme "senza precedenti", così come è stato descritto dall'ufficio della presidenza del consiglio dei ministri. In un discorso in diretta tv, Hariri si è detto solidale con le decine di migliaia di manifestanti in piazza da cinque giorni. E ha assicurato che le riforme economiche decise oggi vanno incontro alle richieste popolari.

La piazza respinge le 'riforme' di Hariri e chiede le dimissioni di 'tutto il sistema politico'

Numerose voci tra le centinaia di migliaia di manifestanti, tornati in piazza a Beirut e in altre città del Libano per protestare il quinto giorno consecutivo contro il carovita e la corruzione, affermano di non essere soddisfatti della decisione del premier Saad Hariri di non dimettersi e di avviare invece riforme economiche. "Rimaniamo in piazza fino a quando tutto il sistema politico non si dimette, non bastano queste riforme e non bastano le dimissioni del governo", sono le dichiarazioni più diffuse in queste ore a Beirut e in altre città del paese. Lo ha constatato l'ANSA a Beirut. Posizioni simili a Tripoli, Sidone, Tiro e altre città, affermano i media locali.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo