Siria: Erdogan, chiederò all'amico Putin il ritiro dei curdi

'In agenda anche riunione Costituente e tregua a Idlib'

22 ottobre, 11:26

(ANSAmed) - ISTANBUL, 22 OTT - "Con il mio amico Vladimir Putin parleremo della situazione in Siria, della presenza del regime e della Commissione costituzionale, che si riunirà il 30 ottobre a Ginevra. Voglio anche discutere del nostro accordo per difendere la pace a Idlib". Lo ha detto il presidente turco Recep Tayyip Erdogan in una conferenza stampa all'aeroporto Esenboga di Ankara prima di partire per Sochi, dove oggi incontrerà il presidente russo Vladimir Putin per discutere della situazione in Siria. Nel nord della Siria "da ovest a est, da Manbij a Ayn al Arab (Kobane) a Qamishili, il regime e la Russia" sono presenti, "speriamo di raggiungere l'accordo desiderato" con Putin sul ritiro dei miliziani curdi da queste zone. "Turchia e Russia lottano contro il terrorismo e rispettano l'integrità territoriale e l'unità politica della Siria", ha aggiunto Erdogan, spiegando che "chi voleva creare un corridoio del terrore nel nord della Siria non c'è riuscito grazie a questa operazione" militare di Ankara.

"Insieme all'Iran siamo i tre membri degli accordi di Sochi e di Astana", che vanno rispettati, ha poi detto il leader turco, rispondendo a una domanda sulla posizione di Teheran rispetto alle sue trattative odierne con Putin.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo