Su Recovery Plan Slovenia si schiera con Ungheria e Polonia

Orban: 'L'Ue ricatta chi si oppone ai migranti'

18 novembre, 11:27

(ANSAmed) - ROMA, 18 NOV - Il primo ministro sloveno ha annunciato il suo sostegno al veto di Ungheria e Polonia sul Recovery Plan. "Solo un organo giudiziario indipendente può dire cos'è lo Stato di diritto, non una maggioranza politica", ha scritto Janez Jansa in una lettera inviata il 17 novembre al presidente del Consiglio europeo Charles Michel e di cui l'agenza France Presse ha preso visione.

Poco prima il premier ungherese, Viktor Orban, ha dichiarato con un tweet: col Recovery Plan l'Ue "vuole ricattare chi si oppone all'immigrazione", ribadendo che non ci sarà "accordo senza criteri oggettivi e la possibilità di fare ricorso".

L'Ungheria, che lunedì ha posto il suo veto sul piano di rilancio europeo per uscire dalla crisi causata dalla pandemia di coronavirus, sostiene che una volta che sarà adottato "non ci saranno più ostacoli per vincolare gli Stati membri ai meccanismi di sostegno all'immigrazione". (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo