Libano: Beirut reclama all'Onu per violazioni Israele

E chiede immediato rilascio pastore sequestrato martedì

14 gennaio, 12:36

(ANSAmed) - BEIRUT, 14 GEN - Il Libano ha presentato per la seconda volta in pochi giorni un reclamo all'Onu dopo che Israele, con cui il Beirut è formalmente in stato di guerra dalla loro nascita come Stati indipendenti, ha violato la Linea Blu di demarcazione tra i due Paesi e ha sequestrato un pastore libanese nella zona sud-orientale del Libano.

Media libanesi riferiscono stamani che il reclamo, presentato dall'ambasciata del Libano presso le Nazioni Unite, denuncia le violazioni aeree, marittime e terrestri israeliane, che si sono intensificate negli ultimi giorni, e chiede l'immediato rilascio del pastore libanese, da martedì sera detenuto in Israele.

Secondo lo Stato ebraico, il pastore è in realtà un cittadino libanese che per conto di Hezbollah si trovava nella zona di Kfar Shuba, vicina ad aree contese tra i due Paesi, per monitorare le posizioni militari israeliane. Già in passato Israele ha aperto il fuoco o fermato pastori libanesi nella zona delle Fattorie di Shebaa e di Kfar Shuba. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo