Arabia Saudita: morto ex ministro del petrolio Yamani

Protagonista crisi petrolio 1973, provocò 'austerity' in Italia

23 febbraio, 14:31

(ANSAmed) - RIAD, 23 FEB - L'ex ministro del petrolio saudita Ahmed Zaki Yamani, attore chiave nel primo shock petrolifero del 1973, è morto martedì all'età di 90 anni, ha riferito la televisione di stato. Un ministero, quello del petrolio, fondamentale nel ricco Regno del Golfo, principale esportatore mondiale di oro nero grezzo.

"L'ex ministro del petrolio Ahmed Zaki Yamani è morto a Londra all'età di 90 anni", ha riferito l'emittente governativa El-Ekhbariya, senza specificare la causa della morte. Sarà sepolto nella città santa della Mecca sul Mar Rosso, dove è nato nel 1930.

Laureato all'Università del Cairo, alla New York University e ad Harvard negli Stati Uniti, è stato ministro del petrolio dal 1962 al 1986 e primo rappresentante saudita presso l'Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio (Opec). Nel 1973, fu all'origine della prima crisi petrolifera, causata da un embargo Opec contro gli alleati di Israele nel mezzo della guerra dello Yom Kippur. I prezzi del greggio erano aumentati nel giro di pochi mesi, provocando gravi crisi nelle economie dei Paesi sviluppati. In Italia si ricorda soprattutto per l''austerity', ovvero la drastica limitazione del consumo energetico e i divieti di circolazione alle auto nei giorni festivi.

Ahmed Zaki Yamani ha svolto un ruolo cruciale nella nazionalizzazione dello sfruttamento del petrolio con l'acquisto da parte dell'Arabia Saudita del gigante energetico Aramco.

(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo