Edo Molinari dà spettacolo a Open d'Italia

E' 4/o dopo 1/o giro con hole in one. Tre i leader, c'è Stenson

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 02 SET - Ruba la scena al fratello, realizza una "hole in one", dà spettacolo e chiude il primo round al quarto posto, con uno score di 65 (-6). Distante un solo colpo dalla vetta, Edoardo Molinari è stato tra i grandi protagonisti delle 18 buche di apertura della 78esima edizione dell'Open d'Italia. E al Marco Simone Golf & Country Club (par 71) di Guidonia Montecelio (Roma) tallona lo svedese Henrik Stenson (campione Major e medaglia d'argento ai Giochi di Rio de Janeiro 2016) in testa, con una prova bogey free chiusa in 64 (-7), insieme al finlandese Kalle Samooja e all'australiano Min Woo Lee. Trio in vetta nella "casa" della Ryder Cup 2023 dove il più grande dei fratelli Molinari è fin qui il migliore tra i 22 azzurri in gara. Per lui una buca in uno alla 7 (par 3, 200 metri), con un ferro 5, che gli è valsa anche un'autovettura messa in palio per l'occasione dal title sponsor dell'evento.
    "Sono felice per questo inizio e il campo è bellissimo. Dico di più: i green sono tra i tre migliori che abbia visto e giocato, tornei Major compresi". Con queste parole Dodo Molinari ha esaltato il "teatro" di gioco della Ryder Cup 2023.
    Brilla anche Francesco Laporta, 7/o con 66 (-5) al fianco, tra gli altri, dell'inglese Tommy Fleetwood (tra i favoriti della vigilia) e dello spagnolo Adri Arnaus, autore di otto birdie nelle prime nove buche giocate. Un passo da marziano, che s'è interrotto nelle seconde nove.
    Alla ricerca di uno storico tris di successi (dopo quelli arrivati nel 2006 e nel 2016), Francesco Molinari è invece 21/o con 69 (-2) dopo una prova con tre birdie e un solo bogey. "Non ho né esaltato né demeritato. Nel pomeriggio il vento s'è fatto sentire e non è stato facile". Così Chicco Molinari dopo il primo giro.
    Avvio deludente per Guido Migliozzi. Miglior italiano nel world ranking (e miglior azzurro nel 2020 all'Open d'Italia) il vicentino, che insegue un posto nella squadra europea che dal 24 al 26 settembre nel Wisconsin affronterà gli Usa, è 73/o con 72 (+1). Il 24enne veneto ha pagato a caro prezzo tre bogey iniziali. Poi, nella seconda parte di gara ha provato a invertire la rotta con poco successo. Prova in perfetto par per Renato Paratore, 58/o con 71 (par).
    Vincitore nel 2020, Ross McGowan è nei bassifondi della classifica. L'inglese è infatti 115/o con 75 (+4) e domani dovrà preoccuparsi di provare superare il taglio ed evitare l'eliminazione. Stesso score per il tedesco Martin Kaymer, ex numero 1 al mondo.
    Subito show all'Open d'Italia dov'è tornato il pubblico (assente causa Covid nel 2020). Ad ammirare le giocate dei campioni, nel torneo dell'European Tour, anche Pepe Reina, portiere della Lazio e grande appassionato di golf. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA