Microlino, in attesa del lancio diventa camper minimalista

Designer turco KayÕkcÕ la immagina base da ampliare con tenda

Redazione ANSA ROMA

La pandemia ha certamente cambiato l'approccio alle vacanze, privilegiando in molti casi modalità che fanno ricorso il meno possibile alle grandi strutture - come alberghi e villaggi - per favorire invece i soggiorni in camper o con il campeggio libero. Ecco perché il designer turco Ozan KayÕkcÕ ha pensato di applicare il suo know how nell'ambito dei progetti per il tempo libero (aveva fatto parlare una sua ipotesi di camper realizzato su una Ape Piaggio degli Anni '50) a uno dei mezzi motorizzati più 'individuali' che esistono, la mini vettura elettrica Microlino, ispirata alla Isetta.

 

 

È così nato il progetto - per il momento solo virtuale, attraverso una serie di rendering - per un sistema di campeggio in cui la Microlino diventa la base per una sorta di micro-camper ampliabile con tende e verande, davvero divertente perché utilizza la caratteristiche porta anteriore d'ingresso (l'unica come nell'Isetta) per formare un tutt'uno con la tenda da campeggio. L'area davanti al veicolo diventa così il luogo dove collocare le grandine o un materasso ad aria per dormire, mentre la parte posteriore - con il piccolo portellone sopra all'altrettanto piccolo bagagliaio diventa una cucina minimalista con frigorifero, fornello a gas e lavandino. Poiché lo spazio disponibile a bordo della Microlino è piuttosto limitato, KayÕkcÕ ha dotato l'auto di un portapacchi per attrezzature aggiuntive. Da notare che il progetto del designer turco ha preso come base la prima versione (quella prototipale) della piccola auto elettrica (lunga 2,4 metri) con piantone dello sterzo mobile. Ma la Casa svizzera ha già annunciato che il modello definitivo della due posti è attualmente in lavorazione, e che la presentazione ufficiale avverrà in settembre alla IAA di Monaco. Secondo quanto comunicato dall'azienda la Microlino - prezzo base 12mila euro - raggiunge i 90 km/h e offre un'autonomia massimo di 125 o 200 km, sufficiente dunque per raggiungere anche i luoghi di soggiorno en-plen-air ipotizzati da Ozan KayÕkcÕ.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie