Hyundai e Uber Elevate trasformeranno mobilità Los Angeles

Firmato accordo per arrivare a servizio taxi volanti elettrici

Redazione ANSA ROMA

  Esattamente ad un anno dalla presentazione al CES 2020 del primo taxi volante Hyundai, sviluppato in collaborazione con Uber Elevate, arriva ora l'annuncio di un accordo siglato tra l'ufficio del sindaco di Los Angeles, il dipartimento dei trasporti di Los Angeles, gli Urban Movement Labs e il settore mobilità aerea urbana di Hyundai Motor Group per trasformare la metropoli californiana nella prima area in cui i velivoli elettrici a decollo verticale (eVTOL) trasformeranno la convulsa situazione del traffico a terra.


''Los Angeles è il luogo in cui trasformiamo le idee di oggi nella realtà di domani, un luogo in cui un concetto che infrange le barriere come la mobilità aerea urbana può davvero decollare - ha affermato il sindaco di Los Angeles Eric Garcetti - l'Urban Air Mobility Partnership renderà unica la nostra città per i cieli più puliti, per i trasporti più sicuri, per la maggiore prosperità e per la straordinaria innovazione, fornendo un modello per come altri Governi locali potranno portare questa nuova tecnologia a livelli ancora maggiori''.

Nel programma approvato il dipartimento dei trasporti di Los Angeles lavorerà con Urban Movement Labs per creare i cosiddetti 'vertiport' per aerei elettrici di decollo e atterraggio verticale. Altre città statunitensi, tra cui Houston e Orlando, hanno già lanciato reti aeree urbane, avanzando piani per 'vertiport' e altre infrastrutture. Uber Air, che è stata recentemente acquisita dal produttore eVTOL Joby, ha collaborato con le autorità di Houston per creare la prima rete aerea urbana del paese, mentre Lilium, un produttore tedesco di eVTOL, sta collaborando con Orlando per creare una rete regionale che collegherebbe la Florida centrale, e alla fine, il resto dello stato. Il Dipartimento dei Trasporti di Los Angeles lo scorso anno ha pubblicato un rapporto, in collaborazione con NASA e FAA, intitolato 'The Principles of Urban Sky' che stabilisce una road map politica per l'implementazione della mobilità aerea urbana a Los Angeles.

Il nuovo velivolo a decollo verticale di Hyundai - sviluppato assieme a Uber Elevate - dovrebbe portare la capacità di produzione su larga scala e la storia di veicoli elettrici di serie del Gruppo coreano in questo ambito che è praticamente tutto da scoprire. Il modello di PAV (veicolo aereo personale) di Hyundai, denominato S-A1, utilizza processi di design innovativi per ottimizzare le fasi di decollo e atterraggio elettrici (eVTOL) ed è progettato per volare a una velocità di crociera fino a 180 miglia orarie (290 km/h) a un'altitudine dal suolo di circa 1000-2000 piedi (300-600 metri) su distanze fino a 60 miglia (100 km). Il velivolo elettrico di Hyundai sfrutterà la propulsione elettrica distribuita, alimentando più rotori ed eliche per aumentare la sicurezza riducendo così le conseguenze di un eventuale guasto. Avere più rotori più piccoli riduce anche il rumore rispetto ai grandi elicotteri con motore a combustione, il che è molto importante per le città.

Il modello è progettato per decollare verticalmente, passare al volo orizzontale e poi tornare verticale per effettuare l'atterraggio. L'S-A1 di Hyundai verrà inizialmente pilotato, ma più avanti diventerà autonomo e la cabina è progettata con quattro posti per i passeggeri e dotata di ampie porte per salire e scendere facilmente. Questo progetto fa parte della visione di Hyundai per la creazione di futuri sistemi di mobilità, in cui auto e altri veicoli elettrici possano interagire con la rete dei PAV attraverso appositi hub, che saranno l'occasione per ridisegnare le prossime smart city e creare nuovi spazi pubblici e di incontro.  

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie