Ail, ruolo cruciale Terzo settore e volontariato sanitario

Speranza, lotta ai tumori impegno prioritario del ministero della Salute

Redazione ANSA ROMA

"AIL ha risposto con coraggio e vigore all'emergenza sanitaria di questo ultimo anno e mezzo, gli sforzi compiuti dai nostri volontari ci hanno fatto capire ancor di più quanto il Terzo settore sia importante e necessario nella società attuale e con esso il volontariato sanitario, testimone e interprete dei profondi mutamenti sociali ed economici in atto". A sottolinearlo è Sergio Amadori, Presidente Nazionale AIL (Associazione Italiana contro Leucemie, linfomi e mieloma) in occasione del convegno nazionale 'Curare è prendersi cura.

La missione di AIL per una sanità a misura d'uomo', apertosi oggi con i patrocini del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, della Regione Lazio, del Comune di Roma e del CONI.

    "Non potevamo non dare ascolto - rileva Amadori - alla voce dei pazienti e dei loro caregiver, per questo abbiamo deciso di riunire le maggiori associazioni italiane, gli ematologi, i rappresentanti del mondo della cultura e le istituzioni per intensificare un dialogo che possa portare alla costruzione di una nuova sanità di comunità, più vicina a chi soffre. AIL tiene fede alla sua mission: promuovere la centralità della persona superando gli ostacoli dell'individualismo in un contesto di gratuità, solidarietà, spirito di servizio e tolleranza".

    Protagoniste assolute delle due giornate di incontro saranno le dunque associazioni del Terzo settore la cui esperienza sul campo è "fondamentale per riflettere e contribuire a delineare le strategie per una sanità del domani, più vicina ai bisogni dei pazienti e integrata sul territorio".

    Con oltre cinquanta anni di attività, l'AIL conta oggi 82 Sezioni provinciali e 15.000 volontari al fianco dei pazienti ematologici e delle loro famiglie e a sostegno della ricerca scientifica.  

 

Speranza, lotta ai tumori impegno prioritario del ministero della Salute
La lotta ai tumori "è un impegno prioritario del Ministero della Salute". Così il ministro Roberto Speranza in un messaggio in occasione del convegno nazionale dell'Associazione Italiana contro le Leucemie, linfomi e mieloma (AIL). "I temi che avete posto al centro dei vostri lavori sono questioni cruciali delle politiche per la salute. Sul sostegno alla ricerca e l'assistenza di prossimità - afferma Speranza - sono state fatte scelte strategiche, con ingenti investimenti operati attraverso il Pnrr e non solo".

"Oggi possiamo davvero dire che la sanità di domani avrà gli strumenti per essere più vicina ai pazienti e alle loro famiglie, anche grazie allo sviluppo dell'assistenza domiciliare, con servizi integrati e innovativi. E con una attenzione imprescindibile e costante verso i soggetti più fragili, individuati - conclude - come categoria prioritaria anche ad ogni passo della campagna vaccinale contro il Covid-19".  

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA