Sardegna

Gallus lascia l'Udc in polemica, "io delegittimato"

Presidente Commissione Sanità eletto con voti Sardegna 20Venti

 Il presidente della commissione Sanità Domenico Gallus, eletto con i voti di Sardegna 20Venti, lascia il gruppo dell'Udc in Consiglio regionale dove era approdato poco dopo le regionali. "Son venute meno le ragioni che a suo tempo mi portarono ad aderire al gruppo dei centristi e ho deciso di riprendere la mia autonomia politica", scrive in una nota dove non risparmia stoccate agli ormai ex colleghi dell'Udc. "Alla base di tale scelta - spiega - ci sono motivazioni scaturite da atteggiamenti e comportamenti che travalicano qualsiasi militanza politica e che, reiteratamente posti in essere nei miei confronti sia in pubblico che in privato, mi hanno portato a maturare questa sofferta decisione".

Quindi, "non posso continuare a far parte di un gruppo in cui manifestamente e continuamente viene delegittimato il mio operato politico e denigrata la mia persona al solo scopo di alterare l'atteggiamento di lealtà e correttezza che ho sempre tenuto nella conduzione dei lavori della commissione che presiedo e in Aula verso gli alleati di governo e il presidente". E così, conclude, "le nostre strade si dividono e, con chi mi ha sempre sostenuto, deciderò quali scelte politiche assumere per il futuro al fine di rafforzare la mia azione politica a sostegno della maggioranza". Il gruppo Udc, passato in questi primi due anni e mezzo di legislatura da tre a sette consiglieri, da oggi si trova con sei componenti.

OPPI, "VOLEVA L'ASSESSORATO ALLA SANITA'" - "La scelta dell'onorevole Gallus non ci ha sorpreso, in primo luogo perché da tempo ha il vizietto di essere eletto da una parte e di andare dall'altra, in secondo luogo perché avevamo intuito da qualche settimana la frustrazione del collega". Così il leader dei centristi Giorgio Oppi sulla fuoriuscita dal gruppo Udc del presidente della commissione Sanità. Il decano dell'Assemblea sarda augura la "migliore fortuna per lui e per i suoi elettori".

Tuttavia, spiega, "sarà utile fare qualche precisazione". Innanzitutto, "Gallus, appena abbandonato il gruppo Sardegna 2020, fu accolto nella famiglia Udc con amicizia. Espresse anche l'ambizione di presiedere la commissione Sanità e, per accontentarlo, rinunciai personalmente ad essere presente nella commissione nella quale ho lavorato per anni". Inoltre, prosegue Oppi, "da qualche tempo Gallus ha deciso di dover fare l'assessore della Sanità e per questo ha chiesto il nostro supporto. Noi, però, non siamo dei poltronari e, dunque, attendiamo di avere la rappresentanza che ci spetta a seguito di un confronto politico con il presidente Solinas". Infine: "Mi spiace e mi addolora aver deluso le aspettative di Gallus, ma sono sicuro che la 'lealtà e la correttezza' da lui così sbandierate lo aiuteranno a raggiungere nuovi e prestigiosi traguardi".

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie