Sardegna
  1. ANSA.it
  2. Sardegna
  3. Calcio: Cagliari ultimo, ma con la Roma segnali di speranza

Calcio: Cagliari ultimo, ma con la Roma segnali di speranza

Per il Bologna Mazzarri conta sul recupero di Godin e Strootman

Cagliari ultimo. Ma la sconfitta di ieri, anche se non è un passo avanti in classifica, è un segnale di speranza. Almeno così lo ha interpretato il tecnico Walter Mazzarri al termine della gara con la Roma. "Non voglio guardare la classifica - ha detto - volevo vedere la squadra che piace a me e oggi l'ho vista: compatta, attenta, carica, che concede poco o nulla e sa giocare bene a calcio. Questo tipo di partite però va fatta non solo contro le grandi squadre, ma anche quando affrontiamo un altro tipo di avversario. Dobbiamo mostrare lo stesso spirito e la stessa organizzazione messe in campo oggi, a partire da lunedì a Bologna".
    In Emilia il mister potrebbe recuperare almeno Godin e Strootman. E in questi giorni valuterà il reinserimento in gruppo di Nandez e Caceres. Quello che ha perso in esperienza, ieri il Cagliari lo ha guadagnato in freschezza: bene soprattutto Bellanova, ma anche Zappa ha fatto il suo dietro l'ex compagno di under 21. Primo tempo da non buttare anche quello di Grassi, calato però alla distanza: un centrocampista in più, in una squadra che ne ha pochi, fa sempre comodo.
    E, se Mazzarri dovesse insistere con Bellanova a destra, il tecnico potrebbe guadagnare un Nandez in più "dentro" il campo, in un ruolo forse meno appariscente, ma più utile alla causa.
    Vuoti da colmare in mediana e in difesa per gli uomini contati.
    Invece per paradosso c'è un problema di abbondanza in attacco: Mazzarri ha spiegato che la squadra al momento non può permettersi tre punte. Ma i pretendenti ora sono tre- e tutti in forma- e i posti sono due.
    Ieri Pavoletti ha mostrato anche con i fatti quello che può e vuole dare al Cagliari. Ma in panchina è rimasto Keita, uno che in ogni partita fa sempre qualcosa. Joao Pedro è intoccabile. E Mazzarri gli sta chiedendo un sacrificio da capitano, quello di fare da raccordo con il centrocampo. E infatti questo spiega perché il brasiliano si sia visto poco in zona gol. Meccanismi da perfezionare con Mazzarri alla ricerca della squadra "giusta". E lunedì c'è un'altra partita da non perdere. 
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie