Atletica: Eurindoor; La Torre 'Italia con giovani e Tamberi'

Dt alla vigilia di Tolun: 'Larissa? Ricordiamoci sempre sua età'

(ANSA) - ROMA, 03 MAR - "Tamberi e' tornato a vedere la luce, e puo' pensare alla sua 'magnifica ossessione' olimpica come protagonista assoluto a Tokyo". Partira' dalle qualificazioni del saltatore azzurro l'avventura dell'Italia agli Europei indoor, domani. La nazionale guidata dal dt Antonio La Torre, che ha fatto il punto sulle ambizioni di 'Gimbo' e di tutto il gruppo di 44 atleti, è volata in Polonia da Fiumicino. La squadra è composta da un mix di atleti d'esperienza e la gioventù di sedici debuttanti in Nazionale assoluta. "E' il primo passaggio di un lungo percorso fino a Tokyo - dice La Torre, dt azzurro - e anche un primo punto di verifica. Per noi e' il test di tanti esordienti, per capire quanti di loro possono gia' affacciarsi all'atletica adulta e quanti devono ancora aspettare. Su consiglio del neopresidente Mei abbiamo scelto di allargare la platea, abbiamo ben 8 millennials".
    Fari puntati su Larissa Iapichino e Marco Tamberi. "Oltre ai giovani, c'è un gruppo di atleti di rilievo assoluto, a cominciare dal capitano Tamberi - ha aggiunto La Torre - Tutti abbiamo negli occhi la 'luce' dall'asticella nel suo salto da 2.35 ad Ancona, miglior prestazione mondiale stagionale. Ecco, rubo una battuta ai Blues Brothers: lui veramente ha visto la luce, e può legittimamente puntare a un'Olimpiade da protagonista assoluto". Quanto a Larissa, figlia d'arte e atleta azzurra del momento, "e' la cucciola delle leonesse. Non dobbiamo mai dimenticare che ha 18 anni e mezzo: vedo un'atleta solida, che avrà sicuramente una grande carriera, e speriamo gia' da Torun. Ma ricordo sempre a me stesso che ha 18 anni e mezzo..." (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie