Umbria

Cinque casi di variante indiana in Umbria

Scoperti grazie al tracciamento. In tutti i casi sintomi lievi

(ANSA) - PERUGIA, 08 GIU - A seguito dell'attività di sequenziamento che il Laboratorio regionale di microbiologia di Perugia svolge di routine presso il Centro zooprofilattico di Teramo, sono stati individuati cinque campioni di variante B.1.167.2 (variante indiana). Lo riferisce la Regione Umbria.
    Si tratta di soggetti che non hanno avuto contatti tra di loro. Dei cinque campioni, uno proveniva da un anziano di 93 anni che, già vaccinato, si è positivizzato il 20 maggio, con lievissimi sintomi. In questo caso il sequenziamento è previsto di prassi e il 2 giugno il tampone di controllo ha già dato esito negativo. Il paziente sta bene.
    Per gli altri quattro campioni la scelta è stata casuale come prevede il protocollo per il sequenziamento. Anche in questi quattro casi sono stati riscontrati sintomi lievi e al momento continua il monitoraggio. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie