Vino e bollicine, in 9 mesi 2021 +9,7% crescita a valore

Ricerca Iri, sono stati venduti 12 mln litri in più (+2%)

Redazione ANSA VERONA

Nei primi 9 mesi del 2021 la crescita a valore del mondo del vino e bollicine italiane è stata del 9,7% rispetto all'anno precedente, del 2% nella crescita del volume: sono stati venduti in sostanza 12 milioni di litri in più, e incassati 200.000 euro in più che nello stesso periodo del 2020.

Lo afferma uno studio dell'istituto di ricerca Iri presentato oggi al Vinitaly special edition di Verona. La ricerca è stata condotta sulle strutture della distribuzione moderna, la forma più organizzata e innovativa del commercio, che conta nel paese oltre 55.000 punti vendita. La ricerca dell'Iri mostra una fase di doppio riequilibrio del mercato dei vini nella Distribuzione Moderna, perché le vendite a volume nel 2021 si confrontano con la crescita abnorme del 2020, segnato dalla pandemia, mentre le vendite a valore stanno crescendo già da anni, recuperando prezzi che erano troppo bassi nella distribuzione moderna.

Nei primi 9 mesi 2021 le bottiglie Doc da 0,75 litri sono cresciute del 4,8% a volume (+10,8% a valore), quelle Igp del 3,6% (a valore +8,1%). In calo le vendite a volume dei brik (-5,6%), del bag in box (-2,4%), dei vini confezionati in plastica (-14,3%). 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie