Case a 1 euro in Valle d'Aosta, boom di richieste a Oyace

Sindaco,"anche da Argentina, ma immobili non ancora disponibili"

   E' boom di richieste a Oyace (Aosta), paese alpino di 200 abitanti, per poter acquistare case a un euro: dopo la notizia dell'iniziativa lanciata nei giorni scorsi e volta al recupero di immobili abbandonati, i telefoni degli amministratori locali e del Comune sono diventati bollenti.
    "Abbiamo ricevuto oltre 50 richieste, via telefono e social", spiega il sindaco, Stefania Clos. "Ci hanno scritto dall'Argentina, abbiamo ricevuto chiamate dalla Sicilia, da Lecco, Como, Milano".
    Tuttavia il progetto è ancora nella sua fase iniziale. Il Comune cioè sta sondando la disponibilità dei proprietari che intendono cedere i loro immobili. "Al momento non ci sono ancora case disponibili, quindi non c'è ancora un catalogo con le proposte", sottolinea il sindaco.
    L'obiettivo del progetto, il primo del genere in Valle d'Aosta, è il recupero di immobili abbandonati, sia nel capoluogo sia nelle frazioni, favorendo l'insediamento abitativo di famiglie, attività turistico-ricettive, negozi e botteghe artigianali.
    "Spesso gli immobili in disuso o fatiscenti entrano nel dimenticatoio dei proprietari, che in alcuni casi sono anche numerosi. Vogliamo aiutarli a 'disfarsene', vendendoli al prezzo simbolico di un euro. Allo stesso tempo, miriamo a riqualificare il Comune", spiega Clos.
    Il paese sorge a poco meno di 1.400 di metri di quota nella Valpelline, a circa 20 minuti di auto da Aosta, ed è circondato da boschi e pascoli. 

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie