Primitivo di Manduria, vendemmia posticipata e di qualità

La quantità cala del 40%. La resa è di circa il 35- 40% in meno

Redazione ANSA ROMA

Una vendemmia posticipata, di ottima qualità e con una quantità diminuita del 40%. E' questa l'analisi del fine raccolto per il Consorzio di Tutela del Primitivo di Manduria . "I vigneti di primitivo nella nostra areale- commenta il presidente del Consorzio Mauro di Maggio - sono apparsi vigorosi e in ottima salute.

La vendemmia ha avuto 12 giorni di ritardo a causa di una primavera fredda e di una estate che ha tardato ad arrivare. Tuttavia dal punto di vista fitosanitario le uve si sono subito presentate buone e, a determinare la giusta maturazione, ci ha pensato il nostro clima caldo con tramontana e la scarsità di piogge. Tutto ciò ha impedito la formazione di peronospora e altre malattie del vigneto". "La resa- aggiunge il presidente- è bassa di circa il 35 - 40% in meno rispetto all'annata precedente, ma il frutto è di eccellente qualità con un'alta concentrazione di zuccheri.


Sicuramente una vendemmia che sarà ricordata come una delle migliori. Ci sono tutti i presupposti per trovare nei calici vini ottimi, corposi e con un bouquet tipico del Primitivo di Manduria Dop". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie