Coronavirus, brusco calo dell'inquinamento acustico

Sulle strade -70% veicoli, calo di 10 decibel

(ANSA) - TORINO, 03 APR - C'è qualche aspetto favorevole nel blocco quasi totale imposto dall'emergenza Coronavirus: a Torino, ad esempio, è diminuito il rumore. Le rilevazioni condotte dall'Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale) in 11 punti di campionamento, 8 sulle strade e 3 nel quartiere di San Salvario, hanno scoperto un calo fino a 30 decibel dell'inquinamento acustico nelle strade della movida. In quasi tutta la città, tranne che nelle vie di grande scorrimento, i decibel sono rientrati nei valori ammessi, 65 decibel di giorno, 55 di notte.
    La riduzione del traffico veicolare, calcolata nel 70% da quando sono entrate in vigore le misure più rigide, ha portato un calo di 10 decibel sulle strade. Lo studio di Arpa rivela anche la sola chiusura delle scuole aveva prodotto una diminuzione poco rivelante del rumore, -0.5 decibel, mentre nei giorni con lezioni sospese ma in assenza di altri provvedimenti restrittivi nelle zone delle movida i decibel erano addirittura aumentati, segno che non era stato rispettato l'invito a evitare assembramenti e a tenere comportamenti idonei a contenere il contagio da Coronavirus. (ANSA).
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030
    Vai alla rubrica: Pianeta Camere



    Modifica consenso Cookie